Inquinamento alle stelle: è allarme smog soprattutto al Nord Italia

Adjust Comment Print

Allerta inquinamento: eccolo il rovescio della medaglia di ques'autunno che sembra estate.

Ma si dovrà valutare anche la situazione di venerdì, che sarebbe il decimo giorno e tenendo comunque conto che le misure non saranno attive nel weekend. Se le cose oggi non dovessero migliorare (e le previsioni meteo non promettono nulla di buono al riguardo) potrebbero scattare già da domani ulteriori misure anti inquinamento previste dall'ordinanza sindacale del 4 ottobre scorso nell'ambito del Piano d'azione antismog predisposto da Regione Lombardia. Le concentrazioni di polveri sottili, PM10 su tutti, ma anche PM2.5, sono schizzati oltre il limite di legge fissato a 50 µg/m su molte regioni, e specialmente su quelle settentrionali.

Lo smog torna a far parlare di sé con la Pianura Padana soprattutto nella morsa dell'inquinamento: polveri sottili anche due vole il consentito. Ma ci siamo incamminati in una strada che nel breve periodo potrebbe dare risultati.

E' divenuto improcastinabile andare alla radice del problema ed adottare misure strutturali che non siano solo un modo per pararsi ... da eventuali denunce, ma che finalmente incidano effettivamente sul miglioramento costante della qualità dell'aria e di conseguenza della nostra salute.

Insigne, corsa contro il tempo per l'Inter
Maurizio Sarri potrebbe essere costretto a cambiare il Napoli per il big-match con l'Inter ma il turnover sarà forzato. E il rischio di affaticamento è concreto. "Sono più seri di quelli che tutti pensavano".

Per i veicoli commerciali, invece, il divieto si limita, dalle 8.30 alle 12.30, ad Euro 3, Euro 2 ed Euro 1 diesel. L'accordo sulle misure antismog prevede che dopo dieci giorni consecutivi di supero scattino gli interventi di secondo livello.

IL METEOROLOGO - Per Fabio Dalio di 3bmeteo "non è aria di qualità 'pessima' come si verifica in inverno quanto piuttosto 'scadente': nell'area della pianura fra Piemonte, Lombardia e Veneto, che è come un catino fra Alpi e Appennino e dove la concentrazione di industrie e l'alta pressione che ha preso vigore negli ultimi 4-5 giorni favoriscono l'accumulo di polveri sottili".

Un primato che il 19 ottobre (ultimo dato disponibile) ha trovato riscontro nei 109 microgrammi per metro cubo di Pm10 registrati dalla centralina Arpa di piazzale Minerva, e negli 84 della centralina di via Folperti.

Comments