Ecosistema urbano, Trento al secondo posto

Adjust Comment Print

Trento seconda città pi "verde" d'Italia nella classifica Ecosistema urbano curata da Legambiente e Ambiente Italia, pubblicata oggi dal quotidiano Il Sole 24 ore. "Ma su molti asset le città possono fare la differenza e sono tanti i Comuni che stanno mettendo in campo azioni innovative e coraggiose per ridurre inquinamento e migliorare la qualità della vita dei cittadini". Sul fronte della produzione dei rifiuti, il piazzamento di Foggia è tutt'altro che negativo, sebbene non lo sia altrettanto quello che riguarda la capacità di recupero. Sei località confermano una posizione tra le ultime dieci, cioè dal 95° al 104° posto: oltre a quattro siciliane (Palermo, Catania, Agrigento, Siracusa) ci sono una laziale (Frosinone) e una campana (Caserta).

WhatsApp, ora puoi cancellare i messaggi inviati per errore
Naturalmente bisogna tenere in considerazione che il destinatario può vedere il messaggio prima che noi lo eliminiamo . Dopo averlo fatto possiamo anche selezionare più messaggi per eliminarli in una volta sola.

Almeno per l'edizione 2017 di Ecosistema urbano di Legambiente e Ambiente Italia, il rapporto redatto dall'associazione che analizza 16 parametri suddivisi nelle macroaree Aria, acqua, rifiuti, energie rinnovabili, mobilità e ambiente urbano. Come detto, Roma scivola impietosamente verso il fondo nella classifica, cadendo ormai al 88° posto (85° nel dossier 2016) con ben 33 posizioni perse in 10 anni (Roma 55° nel dossier 2007). Taranto, con il suo 45,10%, si colloca sotto la media nazionale a parecchie lunghezze di distanza dalle prime sette città che presentano indici superiori al 70%. Ferme a appena 0,17 metri quadri per abitante le quantità di isole pedonali, l'equivalente di un quadrato con lato 41 cm a testa, e a 1,27 i metri per abitante di corsie ciclabili. Invece, i dati delle città capoluogo della provincia di Bat non sono stati presi in considerazione perché incompleti e in alcuni casi non pervenuti. Migliora anche se di poco la situazione a Latina col 65% di dispersione (dal 67%) e 131 l/ab/anno di consumi.

Comments