Champions, Sporting-Juventus 1-1: Higuain pareggia al 79′ e salva Allegri

Adjust Comment Print

La Juventus non va oltre l'1-1 sul campo dello Sporting Lisbona nella sfida valida per la 4^ giornata della fase a gironi di Champions League. La Juventus col pareggio del Barcellona con l'Olympiakos riapre il discorso primo posto con gli Spagnoli anche se lo scontro diretto li vede sfavoriti.

Dall'altro lato lo Sporting Lisbona punta tutto su chiusura degli spazi, grande pressing e ripartenze velocissime affidate spesso al rapidissimo Gelson Martins abilissimo nel dribbling e grande protagonista sia in occasione del gol del vantaggio che nelle occasioni più pericolose create dai portoghesi nella seconda frazione di gara. Anche dagli stessi bianconeri. Non succede praticamente più nulla fino all'intervallo, con la Juve che protesta nel finale per un calcio di punizione al limite non assegnato per il fallo subito da Mandzukic.

Probabili formazioni Sporting-Juventus: Allegri cambia 3/4 della difesa
Domani sarà una gara molto tattica, loro sono una squadra molto fisica quindi bisogna prepararsi a una partita dura. Mandzukic? È un giocatore di grande costanza e secondo me può fare bene anche la mezzala.

La ripresa si apre con un colpo di testa di Mario Mandžukić su corner di Miralem Pjanić, neutralizzato senza difficoltà da Rui Patricio. Il pallone si consuma alto sulla traversa. Sulla trequarti recita da protagonista Bruno Fernandes, l'ex Samp pennella da destra per Dost, l'ex Wolfsburg manca di un soffio il bis in spaccata. Ci prova anche De Sciglio da fuori, presa facile per Rui Patricio. Su un cross dell'ex Bayern, Mandzukic è bravissimo nell'addomesticare palla nonostante una deviazione: Dybala di testa per Higuain, incornata da due passi che centra in pieno Rui Patricio.

Al 63' arriva il primo cambio per entrambi gli allenatori: da una parte Joao Palhinha sostituisce Bruno Cesar e dall'altra tocca a Douglas Costa rilevare De Sciglio. Positiva la voglia e la cattiveria di Gonzalo Higuain, ma senza particolari spunti. Impeccabilmente messi in campo, i lusitani si portano per primi al tiro con la legnata di Bruno César di poco alta, con il numero 11 biancoverde che ha presto modo di rifarsi: è il 20′ infatti quando Gelson Martins ubriaca Chiellini e scarica un destro che Buffon respinge come può, e Bruno César è il più lesto ad insaccare. Nei quattro minuti di recupero nessuna delle due formazioni prende rischi, e al triplice fischio nessuno festeggia.

Comments