Terrore a New York, Donald Trump: "Immigrazione si basi sul merito"

Adjust Comment Print

Lui, interrogato nel letto di ospedale dalla Polizia, ha detto (secondo quanto riportato dai media Usa) di aver agito in nome dell'Isis e di aver ricevuto da alcuni esponenti fondamentalisti le istruzioni su come eseguire l'attacco, sottolineando che avrebbe continuato a uccidere ancora se il suo mezzo non si fosse schiantato in Chambers Street, permettendo agli agenti di ferirlo e fermarlo.

Gli investigatori sono riusciti a parlare con Sayfullo Saipov, l'uomo che ieri ha ucciso otto persone e ferite 15. Il killer è stato colpito dalla polizia all'addome, poi è stato arrestato e portato in ospedale, dove è stato operato nella notte. L'inquilino della Casa Bianca, infatti, nelle ore che hanno seguito la strage di New York ha affermato in un post che Saipov "è arrivato nel nostro paese grazie alla cosiddetta 'lotteria per la diversità dei visti', una bellezza di Chuck Schumer". Il suo identikit è stato diffuso dalle autorità.

Dopo lo schianto, Saipov è sceso dal camion impugnando due pistole, sembra sparachiodi, e urlando Allah Akbar, ma è stato subito colpito e ferito dalla polizia. Saipov ha lasciato un biglietto vicino al furgoncino usato per l'attacco, nel quale ha scritto che agiva per l'Isis. Il pick-up noleggiato da Home Depot si è scagliato contro un gruppo di ciclisti su una pista lungo l'Hudson per poi finire contro uno scuolabus della Stuyvesant High School nella zona meridionale di Manhattan. Il sindaco di New York Bill de Blasio ha detto che si e' trattato di "un atto terroristico particolarmente codardo".

Champions League, notte di grande Roma: 3-0 al Chelsea!
Perotti , al 63° minuto, supera due uomini e scarica un meraviglioso destro sul primo palo calando il tris. Di Francesco conferma Fazio con Juan Jesus al centro della difesa e rilancia Kolarov sulla sinistra.

Erano arrivati a New York per celebrare il 30esimo anniversario del diploma.

L'uomo, regolare possessore di Green Card, si muoveva tra Ohio, Florida e New Jersey da ormai sette anni. Negli ultimi sei mesi Sayfullo Habibullaevic Saipov ha lavorato come autista di Uber. Quegli spettri del terrorismo che non hanno mai smesso di aleggiare soprattutto da quelle parti, a due passi da dove si ergevano le Twin Towers e dove ora svetta la Freedom Tower, il nuovo simbolo di quella libertà che nessuno capisce bene più cosa sia. Sono tutti ex studenti diplomati nella "classe 1987", oggi quasi 50enni, che avevano deciso di trascorrere una spensierata vacanza "american style" in ricordo dei vecchi tempi.

Comments