Cambia il digitale terrestre: si cambia televisore dal 2022

Adjust Comment Print

Il vecchio standard del digitale terrestre nel nostro paese andrà in pensione il primo luglio 2022 e per allora emittenti televisive e telespettatori dovranno essere pronti all'accensione del DVBT2, il nuovo standard tecnologico che aprirà le porte all'ultra HD e al 4K, comprimendo il doppio canali sui mux residui, che nel 2022 saranno 14. Una "seconda generazione" di digitale terrestre che avrà evidentemente effetti generali per tutta la popolazione, richiederà un aggiornamento degli apparati e permetterà altresì di diffondere con maggior velocità le comunicazioni mobile sulle reti di quinta generazione (5G). Tale agevolazione consiste nell'erogazione di un contributo per i costi sostenuti per l'acquisto di apparecchiature (tv o decoder) per il passaggio al nuovo standard DVB-T2.

Per sostenere la transizione il Governo ha varato un piano di 100 milioni di euro entro il 2022 come contributo alle famiglie per l'adeguamento delle TV in vista dello switch off. Questo proprio per venire incontro alle necessità dei cittadini che dovranno aggiornare il loro apparato di ricezione del digitale terrestre. La norma che prevede lo switch-off al DVB-T2, il nuovo sistema per le trasmissioni televisive, è inserita nella legge di Bilancio, e prevede la transizione entro il 30 giugno 2022. "Nel secondo, è circa il 5 per cento". Solo a partire dal 2020 è previsto lo spegnimento delle frequenze in uso alle emittenti locali e la costruzione del Mux1 della Rai per aree geografiche. In quell'occasione, tuttavia, erano stati preventivati tempi molto lunghi per far "digerire" la questione agli italiani, con il passaggio che era avvenuto progressivamente regione per ragione. Sono quindi "assegnati 25 milioni di euro per ciascuno degli esercizi finanziari 2019-2022".

Furgone sulla folla e sparatoria a New York: almeno 6 morti
Secondo quanto scritto su alcuni social media il fatto di sangue sarebbe accaduto nella zona di Lower Manhattan . Trump informato dei fatti - - Il presidente americano Donald Trump è stato informato dell'incidente a New York .

Nuovo appuntamento col nostro spazio dedicato a consigli e buone pratiche per gestire la tecnologia che ci circonda. Entro tale data, infatti, i network televisivi dovranno abbandonare completamente l'utilizzo delle frequenze sulla banda dei 700 MHz in modo che siano rese disponibile per la connettività 5G. In parole povere, potrebbe ripetersi il caso di La7, che nel 2016 scomparì da molte case a causa del cambio di frequenze: in tal caso tuttavia, lo stesso problema potrebbe presentarsi con tutti i canali, contemporaneamente.

Comments