Libano: dimissioni Hariri; Iran, contro noi accuse infondate

Adjust Comment Print

Quello che succede in Libano è da sempre una spia, quasi un avvertimento preventivo, di quel che di ben più grave può succedere nell'intera regione vicino-orientale.

Hariri si trova attualmente in Arabia saudita: il suo annuncio è stato trasmesso dall'emittente satellitare al Arabiya.

Hariri è giunto in Arabia Saudita il 3 novembre per la sua seconda visita in meno di una settimana, volta a rafforzare la stabilità del Libano e i legami con il paese del Golfo.

Renzi all'attacco "Dai banchieri a Bankitalia, chi ha sbagliato paghi"
Lo scrive Matteo Renzi su Facebook sulla vicenda banche dopo le audizioni di ieri in commissione. I manager e i banchieri che hanno sbagliato devono pagare, principio sacrosanto .

Il primo ministro libanese, Saad Hariri, ha annunciato le sue dimissioni dall'incarico.

Il governo saudita ha accompagnato l'annuncio a sorpresa delle dimissioni del premier libane con un attacco implicito all'Iran, già citato in maniera esplicita nel discorso di dimissioni. Hariri nei giorni scorsi aveva incontrato due volte il ministro Sabhan a Riad. "Ho sentito che cosa è stato progettato segretamente per attentare alla mia vita", ha detto.

L'Iran ha reagito a muso duro alle dimissioni del premier libanese Saad Hariri affermando che la sua decisione e le "infondate accuse" avanzate dai sionisti, sauditi e americani mirano a creare uno scenario di nuove tensioni nel Libano e nella regione mediorientale. Hussein Shaykh Islam ha poi commentato il fatto che Hariri ha annunciato le dimissioni da Riad e non da Beirut: "Sarebbe stato meglio che Hariri avesse rispettato l'onore del popolo libanese, annunciando le dimissioni da Beirut e non da un altro Stato".

Comments