Sotto Copertura, Zagaria chiede risarcimento

Adjust Comment Print

Ora non vorrei entrare in tante polemiche, parlando di Zagaria e di ciò che ha fatto o non fatto nell'arco della sua vita, ma una cosa vorrei dirla: Sotto copertura-La cattura di Zagaria è una fiction ISPIRATA all'ex boss dei Casalesi, e ispirata non vuol dire che debba riportare pari pari la realtà dei fatti. Anzi! Gli sono stati accanto fino alla fine.

CASERTA - Lo studio legale Sartoris Lettieri ha avuto mandato dal boss Michele Zagaria di chiedere 100mila euro di risarcimento - da devolvere in beneficenza - come corrispettivo per i danni alla sua immagine causati dalla fiction "Sotto copertura 2 - La cattura di Zagaria" nella serie prodotta da Lux Vide, diretta da Giulio Manfredonia su sceneggiatura di Salvatore Basile e Francesco Arianch. "Abbiamo ricevuto risposta negativa e, quindi, abbiamo presentato un ricorso cautelare al Tribunale di Roma che ha fissato l'udienza per il prossimo 28 novembre". I legali del boss hanno anche manifestato direttamente alla Rai e alla Lux Vide, produttrice della fiction, le contestazioni sulla sceneggiatura.

Pane e acqua ai figli di chi non paga la mensa
Ma che ora il comune ha deciso di passare all'assalto finale per ridurre a zero la fascia delle famiglie non in regola. Un provvedimento scaturito dopo aver conteggiato ben 1000 morosi su 4000.

Nella lettera i legali "intendono precisare che ciò che viene narrato non è assolutamente realistico e molti sono i particolari inventati dagli sceneggiatori: uno fra tutti, e forse il più grave, quello che dipinge Michele Zagaria come un uomo attratto sessualmente dalla giovane figlia della famiglia che per anni lo ha ospitato: cosa che ha profondamente offeso e disgustato il nostro assistito". Quest'ultimo avrebbe rivolto lo stesso dilemma all'attore che ha indossato i panni del boss dei Casalesi in Sotto copertura 2, Alessandro Preziosi. La fiction non racconta certo le perversioni di un uomo, ma è centrata sulle tensioni tra bene e male dove, questa volta, il male è sconfitto e vince la giustizia.

All'indomani della messa in onda, il direttore di Rai Fiction Eleonora Andreatta aveva sottolineato che si tratta di "una operazione editoriale importante, di grande valore per il servizio pubblico". "Fin dove si può spingere la finzione?", prosegue ancora la lettera dei legali. Ricorda la quotidianità dell'impegno delle forze dell'ordine nella lotta contro la criminalità organizzata e per la tutela della convivenza, sia sul versante di chi guida e coordina quelle attività, sia di chi opera ogni giorno nella fedeltà anonima alla propria missione.

Comments