Italia-Svezia, Ekdal: "Arbitro? Non mi sorprende la reazione italiana" 75 12-11

Adjust Comment Print

Albin Ekdal conosce bene l'Italia e la Serie A, avendoci giocato con le maglie di Juventus, Siena, Bologna e Cagliari. "Noi sappiamo che l'Italia deve vincere assolutamente per esserci al Mondiale, un appuntamento al quale ha quasi sempre partecipato" ha detto ad Aftonbladet Johansson, che milita nell'Aek Atene e ha appena affrontato il Milan di Bonucci in Europa League. "Mi aspetto un altro avversario, più carico, più aggressivo, con una voglia diversa". "I favoriti restano gli azzurri e la pressione è tutta su di loro".

VIZIO - L'ex Cagliari poi ricorda i 4 gol totali siglati a San Siro, di cui solo 3 nella sfida tra i sardi e l'Inter del 2014: "Sì, so come si fa gol in quello stadio ma non so se giocherò dopo la botta che ho preso venerdì". Però un gol lo possiamo fare comunque, abbiamo le qualità per riuscirci. "Polemiche arbitrali? Da voi se ne parla sempre". "Però tutto può ancora cambiare". No, non mi sono mai pentito di aver lasciato la A.

"Kim? Non lo chiamerei mai "basso e grasso"
Kim Jong-un aveva più volte definito Donald Trump "un vecchio rimbambito che la pagherà cara". "Il presidente cinese Xi ha dichiarato che inasprirà le sanzioni contro la Corea del Nord".

Gli azzurri sono caduti nella trappola del gioco duro degli scandinavi, che, visto il successo ottenuto, stanno lastricando anche la strada del ritorno di schermaglie verbali. In questo momento l'Italia pensa solo a come "sistemare" la questione Svezia, una questione Mondiale che è diventata più complicata dopo il pallone deviato involontariamente da De Rossi e finito alle spalle di Buffon alla Friends Arena.

Comments