In ospedale per una lombosciatalgia muore per uno scambio di provette

Adjust Comment Print

I familiari del 76enne Alberto Giacobbi, storico cadorino già presidente dell'Istituto per la storia del Risorgimento italiano hanno chiesto giustizia e ora a processo ci sono 4 medici dell'ospedale di Pieve di Cadore. Alla base del decesso dell'uomo vi sarebbe uno scambio di provette di sangue al paziente per un caso di omonimia.

Trump dice que está intentando hacerse amigo de Kim Jong-un
A su paso por Vietnam , varios contratos, en los sectores de la aviación y la energía, fueron firmados. En la APEC , Trump "dijo algo así como: lo está haciendo muy bien", comentó Duterte.

Il nodo del processo è la causa della morte. "Un medico - ha riferito - mi ha informato della morte e mi ha detto che c'era stato uno scambio di prelievi: per questo ho ritenuto di procedere alla segnalazione all'autorità giudiziaria, chiamando i carabinieri". "Mio papà è morto per emorragia cerebrale - ha spiegato Beatrice Giacobbi - indotta dalle terapie anticoagulanti effettuate con un erroneo dosaggio". "Non mangiava più ed era praticamente 'parcheggiato' sotto terapia sedativa".

Comments