Italia-Svezia, l'ora della verità: Jorginho a centrocampo e Gabbiadini in attacco

Adjust Comment Print

Finora l'Italia non ha mai mancato un appuntamento Mondiale, tranne che nel 1958 - edizione disputata proprio in casa della Svezia.

Una partita che vale la storia: Italia-Svezia di questa sera è una delle partite più importante della storia della Nazionale azzurra. Ventura si giocherà ogni briciolo della sua reputazione, proponendo qualche aggiustamento rispetto al 3-5-2.

ITALIA (3-5-2): 1 Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Candreva, Florenzi, Jorginho, Parolo, Darmian; Gabbiadini, Immobile.

"Mi palpeggiò durante la cerimonia del Pallone d'Oro": nuova bufera su Blatter
Ad una rivista portoghese ha raccontato di essere stata molestata nel 2013 in occasione della cerimonia per il Pallone d'Oro . Spero che anche altre sportive ne parlino.

Ventura conferma il modulo ma con 3 cambi: uno era necessario per la squalifica di Verratti, al suo posto un po' a sorpresa, come era emerso dall'allenamento di rifinitura, schierato Jorginho, a lungo invocato da buona parte di critica e tifosi ma fino a questo spareggio ignorato dal c.t., tanto che ha alle spalle solo 2 amichevoli con la maglia della nazionale.

Svezia (4-4-2): Olsen; Lustig, Lindelof, Granqvist, Augustinsson; Claesson, Johansson (19' pt Svensson), Larsson (27' st Rohden), Forsberg; Toivonen (9' st Thelin), Berg. Le fasce saranno presidiate da Claesson e Forsberg, davanti tandem d'attacco formato da Toivonen e Berg.

Comments