De Devitiis: "Sono andato da Ventura come tifoso, non come giornalista"

Adjust Comment Print

Il tecnico che passerà alla storia per i moduli rocamboleschi, per l'assoluta confusione che ha contraddistinto la sua esperienza da commissario tecnico, per essere andato a giocare in casa della Spagna con ben quattro punte e un centrocampo assolutamente inadeguato, continua a rendersi ridicolo con dichiarazioni che lasciano sempre più senza parole.

Per poter ripartite definitivamente, c'è bisogno di chiudere con il passato, nella fattispecie con Giampiero Ventura, che nonostante il tonfo non ha assolutamente intenzione di dimettersi. Ancelotti è il sogno, ma c'è bisogno di proporgli un progetto accattivante, mentre Conte, come è noto, gradisce di più allenare un club rispetto a una selezione nazionale. Rimane al suo posto, invece, il numero uno della Federazione Carlo Tavecchio. La dimostrazione arriva dallo stesso Ventura (che, si spera, potrebbe lasciare la panchina nelle prossime ore solo in cambio, però, di una buonuscita).

Apple, nell'iPhone X ci sono già problemi allo schermo
Non è dato sapere, almeno per adesso, quale sia nel dettaglio il problema che sta colpendo un ristretto numero di device.

Ventura ha resistito 16 mesi, 16 partite (9 vinte, 4 pareggiate e 3 perse) e la sventura di un Mondiale svanito, che è il peggio potesse accadere al nostro calcio, lontani anni luce da quanto accaduto 60 anni fa con la disfatta di Belfast, trascinata senza sconquassi. L'opzione come noto non scatterà quindi l'ex Toro rimarrà stipendiato sino a giugno.

Comments