E' morto Bacalov: compose la colonna sonora de Il Postino di Troisi

Adjust Comment Print

Nato il 30 agosto 1933, Bacalov giunse in Italia alla fine degli anni '50, affermandosi come arrangiatore di numerosi brani di Sergio Endrigo, Rita Pavone e Nico Fidenco. Troisi morì prima dell'ultimo ciak del film che lo rese celebre anche negli Stati Uniti.

Un trionfo che si è trascinata dietro una vicenda legale lunga 18 anni, iniziata con una causa per plagio presentata da Sergio Endrigo, con cui aveva formato un sodalizio storico, insieme a Riccardo Del Turco e Paolo Margheri, autori del brano "Nelle mie notti". Dopo aver lasciato l'Argentina ancora giovanissimo e aver vissuto in Colombia, Francia e Spagna, si trasferì in Italia nel 1959. L'ischemia non gli aveva fatto perdere la coscienza e, proprio nel pomeriggio di oggi, il figlio Giovanni era andato a fargli visita con il pianista napoletano Alberto Pizzo, con cui il maestro si era esibito, considerandolo un po' il suo figlioccio: improvvisamente le sue condizioni sono peggiorate, sino al tragico epilogo.

GF Vip 2: Cecilia Rodriguez contro Luca Onestini, lite nella notte
Stupida non me lo dici, e se lo dici ti alzi e chiedi scusa . "Io sono fatto così, è un mio limite, però sono fatto così". Le effusioni della coppia più chiacchierata della casa non sono state l'unico argomento di discussione della settimana.

Tra i suoi fan, anche Quentin Tarantino, che riutilizzò le sue musiche non solo per Django Unchained, ma anche i due volumi di Kill Bill. Di estrazione classica, lavorò volentieri per il cinema firmando le colonne sonore di diversi film di genere, western e poliziotteschi, sino ad essere chiamato da Fellini dopo l'improvvisa morte di Nino Rota per "La città delle donne".

Comments