Germania, Steinmeier: "No a elezioni ora. Serve dialogo per formare governo"

Adjust Comment Print

"Manca la fiducia di base" fra i partiti, ha detto Lindner, affermando ai cronisti che i liberali non vogliono "piantare in asso" gli elettori, e che, in questa situazione, "è meglio non governare". "E mi dispiace che non si sia arrivati a un accordo", ha scandito Angela Merkel un'ora dopo. "I vecchi partiti dell'establishment e delle lobby sono falliti miseramente", ha detto la leader di Alternative fur Deutschland, Alice Weidel.

Ma dopo un mese di colloqui esplorativi, il tavolo è saltato.

Molti i nodi su temi decisivi, come Europa, clima, trasporti, e si erano arenate da qualche giorno sui migranti.

Sull'immigrazione, i Verdi spingevano, considerandolo un passaggio cruciale nel loro modello di integrazione, per il ricongiungimento delle famiglie mentre la Csu (con l'appoggio della Cdu e della Fdp) si opponeva, sollecitando un tetto massimo di 200mila arrivi all'anno.

Una soluzione definitiva all'instabilità politica della quarta potenza economia del mondo non dovrebbe arrivare prima del 2018 e le due opzioni più probabili sembrano essere quello di un governo di minoranza (i liberali guidati da Christian Lindner si sono detti aperti a questa ipotesi) oppure di un ritorno alle urne dopo le elezioni di settembre.

Serie A: Benevento-Sassuolo 1-2, le pagelle
L'allenatore giallorosso opta per un 4-3-3 formato da Brignoli tra i pali, Letizia , Antei , Costa e Di Chiara in difesa. Tutto faceva pensare alla prima vittoria in Serie A, ma il Sassuolo ha battuto anche le aspettative più rosee.

Tutto da rifare, quindi. Gli scenari sono sostanzialmente tre, nessuno dei quali favorevole alla Cancelliera. L'ex presidente dell'Europarlamento ha anche escluso nuovamente una riedizione della Grosse Koalizion assieme ai cristiano-democratici di Angela Merkel. Il presidente Frank-Walter Steinmeier fa appello a tutti i partiti. Questo vale secondo Martin Schulz anche nel caso che Angela Merkel dovesse decidere a sorpresa di rimandare il suo mandato di cancelliera cedendo il timone a qualcun'altro all'interno del suo partito.

Terza e ultima possibilità potrebbe essere il voto anticipato.

E' chiaro che da questo passaggio ad uscire tremendamente indebolita è la figura della Cancelliera. E oggi il capo dello Stato si appella a tutti i partiti per non andare incontro al rischio di nuovo elezioni e per formare un governo di responsabilità.

Ma a spingere per nuove elezioni non è solo la Spd: a chiedere che i tedeschi ritornino al voto anche la sinistra della Linke, ma soprattutto la destra nazional-populista della AfD, che ha già ottenuto un risultato clamoroso alle elezioni di fine settembre e pensa di approfittare ancora della situazione di stallo del Paese.

Comments