Chivasso: addestratore di 26 anni sbranato e ucciso da un bull terrier

Adjust Comment Print

La vittima è Davide Lobue, trovato ormai senza vita da un vicino del proprietario del cane, che aveva sentito abbaiare furiosamente. Quando sono arrivati i soccorsi nel giardino del condomio "Le Betulle", il ragazzo era già morto. Sarà l'autopsia a chiarire la causa precisa. Sul posto, dopo i soccorsi del 118, è arrivato anche il medico legale. Ancora non si conoscere però se le ferite riportate dall'aggressione del cane siano precedenti o posteriori il decesso del giovane. Il Pit bull terrier significa "Bull terrier della Fossa", era l'attore principe di quel cruento palcoscenico. "Una tragedia annunciata, che fa seguito ad una lunga scia di morti provocata in Italia da cani potenzialmente pericolosi per l'uomo", avverte il Codacons che, commentando la morte di un addestratore nel torinese con il suo presidente Carlo Rienzi dice: "Da anni chiediamo di prendere provvedimenti in tema di cani pericolosi ma le istituzioni rimangono immobili a guardare bambini e uomini morire sbranati".

Calciomercato Milan, ora per Montella c'è l'insidia Kakà 702 17-11
Nelle prossime settimane deciderò cosa fare, forse l'allenatore o il direttore sportivo . Era unico come giocatore ed è unico come allenatore ".

In un post di gennaio sulla sua pagina Facebook Davide raccontava la sua grande e lunghissima passione per i cani: "Voglio capire meglio i loro comportamenti, capire cosa comunicano e come io posso comunicare con loro".

Comments