Insigne: "Ora non dipende solo da noi. Ringrazio Sarri. Il mio ginocchio..."

Adjust Comment Print

Il Napoli ha ancora speranze di qualificarsi agli ottavi di finale di Champions. A centrocampo Diawara in cabina di regia con Zielinski e Hamsik mezze ali mentre davanti spazio al solito tridente composto da Callejon, Mertens e Insigne. A centrocampo Fred e Patrick mentre davanti Mrlos, Kovalenko e Bernard a supporto di Ferreyra. "E' importante però andare lì per far risultato, sperando che il City batta lo Shakhtar". E' uno di quei giocatori che non può rientrare nei turnover perché è importantissimo. "Poi, purtroppo, ci toccherà aspettare". Per il resto tutto confermato, tranne Koulibaly che, squalificato, lascerà il posto a Chiriches. Parliamo in un fuoriclasse assoluto? "Non è in un momento di massimo splendore, lo sottolineano i giornalisti ogni giorno e proprio per questo gli do fiducia totale".

Insigne ha poi continuato: "Io mai fuori per Sarri?". Ora per gli azzurri non resta che vincere in Olanda contro il Feyenoord e sperare che il Manchester City (già qualificato e primo nel girone) vinca in Ucraina in casa dello Shakhtar.

L'agente di Hamsik: "Il Napoli vola. Cambi? C'è un accordo con Sarri"
Maurizio Sarri ha parlato nella conferenza stampa post gara.Queste le sue parole:"Qualificazione che non dipende solo da noi, quello che possiamo fare è andare a Rotterdam a fare la partita per vincerla.

Alla sfida del San Paolo, complici i prezzi alti imposti dalla società e la diretta tv in chiaro, assisteranno solo 15.000 spettatori, tra cui una settantina provenienti dall'Ucraina. Sono contento anche della prestazione di Maggio: non è facile farsi trovare pronto a questi livelli, dopo aver giocato un po' poco.

Comments