Scomparso lo scrittore Alessandro Leogrande

Adjust Comment Print

E' morto nella notte a Roma lo scrittore e giornalista Alessandro Leogrande.

L'annuncio della scomparsa di Alessandro Leogrande è stata data dal padre Stefano: "Dio ce l'ha, provvisoriamente ed immeritatamente donato ed ora se l'è ripreso per conservarcelo, per il per il giorno, al nostro reincontro, nel Regno dei Cieli". Ho sempre percepito, orgogliosamte, che la Sua essenza fosse molto, ma molto migliore della mia.

Leogrande ha sempre e da sempre portato avanti il suo lavoro con coscienza e dedizione, cercando di dare parola agli ultimi, agli emarginati: il suo impegno maggiore è stato contro il caporalato, ma non solo. "E' stato fra gli elementi della squadra a offrire uno fra i più importanti contributi di idee, sguardi, e proposte". "Come giornalista e scrittore, si è impegnato in difesa degli ultimi e dei ferocemente sfruttati nei più diversi contesti: nell'ambito del caporalato, degli immigrati, dei desaparecidos in Argentina, ed ovunque ci sia stato un sopruso".

Milan-Torino, Donnarumma ritrova il suo 'scopritore' Mihajlovic
Più soddisfatto il Toro che ai punti avrebbe meritato di meno, più arrabbiato il Milan incapace di dare la svolta alla propria stagione.

Tema contro il quale ho speso un pezzo di vita e questo pensiero si collega a lui, sicuramente per un libro scritto su questo e la rete ci ragguaglia di un libro scritto nel 2016 "Uomini e Caporali" esattamente venti anni dopo "Cira e le altre, braccianti e caporali".

Il suo impegno in campo giornalistico ha visto gli albori a Primavera Radio-Popolare Salento: ha occupato la poltrona di vicedirettore a Lo Straniero, la rivista diretta da Goffredo Fofi Diversi i giornali a cui Alessandro Leogrande ha prestato la sua collaborazione: da il Corriere del Mezzogiorno all'Internazionale, senza contare una produzione di servizi giornalistici oltre confine. Morte nel Mediterraneo" (Feltrinelli), sull'immigrazione albanese con cui ha vinto i premi Ryszard Kapuściński e il premio Volponi, e "Nel paese dei vicerè.

Comments