Francavilla al Mare. Al via il reddito di inclusione (ReI)

Adjust Comment Print

È questa la strategia alla base del Reddito di inclusione (REI), la prima misura unica di contrasto alla povertà che i cittadini potranno richiedere a partire dal 1° dicembre. A darne comunicazione gli uffici del settore "Welfare" del Comune di Reggio Calabria, dove proprio ieri alla presenza dell'Assessore Lucia Nucera, della Dirigente Luisa Spanò e dei responsabili dei poli sociali territoriali, si è tenuta una riunione operativa per ottimizzare le procedure relative all'assegnazione del Reddito di inclusione sociale. Ne hanno diritto famiglie con minori e disabili, gli over 55 disoccupati, donne in gravidanza. La domanda di accesso alla prestazione potrà essere presentata dal 1° dicembre 2017, presso i comuni o altri punti di accesso identificati dagli stessi. E un progetto personalizzato di reinserimento sociale e lavorativo. "In linea generale, il Rei prevede un sostegno economico (fino a un massimo di circa 485 euro mensili, per le famiglie più numerose) accompagnato da servizi personalizzati per l'inclusione sociale e lavorativa".

Può essere richiesto dopo i 12 mesi? L'assegno verrà erogato per 18 mesi.

Читайте также: CityLife Shopping District - Dinner Party & Opening

Del progetto si occuperanno i Servizi Sociali del Comune di Pescara, attraverso assistenti sociali dedicati al ReI. "Grazie al governo che ha introdotto questo strumento e ai nostri uffici comunali che si sono dotati subito delle professionalità necessarie, possiamo contribuire ad aiutare chi è in difficoltà contrastando concretamente stati di povertà". Il nucleo richiedente dovrà soddisfare specifici requisiti di seguito meglio specificati: Requisiti di residenza e soggiorno Il richiedente deve essere congiuntamente: • cittadino dell'Unione o suo familiare che sia titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, ovvero cittadino di paesi terzi in possesso del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo; • residente in Italia, in via continuativa, da almeno due anni al momento della presentazione della domanda. Quindi, per ora, si invitano cittadini e quanti interessati a recarsi presso il Comune e nei centri Caf, tutti i centri Caf, per informarsi e poi avanzare la domanda per ottenere i benefici previsti.

L'assegnazione del sussidio dipenderà infatti anche dall' indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) e dall'indice della situazione reddituale (cioè il reddito realmente a disposizione delle famiglie per far fronte alle spese di tutti i giorni). Il patrimonio immobiliare, esclusa la casa di proprietà, non deve superare i 20mila euro. Lo sportello è aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle 12:30, tranne il mercoledì.

При любом использовании материалов сайта и дочерних проектов, гиперссылка на обязательна.
«» 2007 - 2017 Copyright.
Автоматизированное извлечение информации сайта запрещено.

Код для вставки в блог

Comments