Bandiera del Reich in una caserma militare

Adjust Comment Print

E' una bandiera utilizzata in tutta Europa da gruppi neonazisti quella apparsa in una camerata della caserma Baldisserra, quella che ospita il VI Battaglione carabinieri Toscana e gli uffici del comando regionale. La scoperta, rivelata in un servizio de "Il sito di Firenze", è stata denunciata in un video pubblicato il 2 dicembre del giornalista Matteo Calì. "Chi espone una bandiera del Reich, dunque, non può essere degno di far parte delle Forze Armate essendo venuto meno a quel giuramento". Nelle immagini, per un attimo, accanto alla bandiera appare anche un poster - forse un fotomontaggio - con un'immagine del leader della Lega Nord Matteo Salvini.

Читайте также: Giro d'Italia 2018 torna ad Ascoli. Appuntamento per il 15 maggio

"Ho già chiesto al Comandante generale chiarimenti rapidi e provvedimenti rigorosi verso i responsabili di un gesto così vergognoso". Per questo è ancora più grave l'esposizione della bandiera neonazista all'interno di una caserma dei Carabinieri. Un simbolo di guerra, ripreso e utilizzato da numerosi gruppi neonazisti e xenofobi venutisi a creare dopo la caduta del nazionalsocialismo, del quale lo stendardo rappresenta l'antenato e a cui, a ogni modo, si vede spesso affiancato. Certamente, si tratta di un militare con idee di ultradestra che nulla hanno a che vedere con l'Arma, ma si pone un problema quando in una caserma vengono appese alle pareti simboli utilizzati da chi inneggia al razzismo e all'antisemitismo. La caserma Baldissera si trova sul lungarno Guglielmo Pecori Giraldi, non lontano dal centro storico di Firenze.

При любом использовании материалов сайта и дочерних проектов, гиперссылка на обязательна.
«» 2007 - 2017 Copyright.
Автоматизированное извлечение информации сайта запрещено.

Код для вставки в блог

Comments