Lega, Matteo Salvini: 'Minacciato su Facebook, ora vi scandalizzate?'

Adjust Comment Print

Così il segretario della Lega Matteo Salvini su Facebook dove un utente, tale "Vento ribelle", ha postato una foto che ritrae il leader dellas Lega Nord Matteo Salvini imbavagliato davanti al simbolo delle brigate rosse con il commento "ho un sogno".

"Sono altrettanto sicuro - prosegue il leader della Lega Matteo Salvini - che di fronte a tante inaccettabili minacce si aprirà anche un serio dibattito sulla violenza vera e non presunta. Non mi fanno paura, mi danno ancora più forza: andiamo a governare!"

Matteo Salvini, inoltre, ha annunciato che verranno presi provvedimenti nei confronti degli autori del fotomontaggio: "Oggi stesso denunceremo l'autore - ha affermato Salvini - e attendo reazioni scandalizzate come quelle dei giorni scorsi dove è stato detto tutto e il suo contrario su episodi di presunta violenza".

"Provano a fermarci in tutti i modi". Solidarietà e indignazione per l'accaduto da parte di diversi esponenti politici. La violenza in ogni sua forma deve essere condannata senza se e senza ma.

"Solidarieta' all'amico Matteo Salvini". La violenza è sempre inaccettabile.

Ucciso il ''traditore'' a Sanaa nello Yemen
Le fonti vicine all'ex raìs riferiscono che Saleh è stato ucciso con "colpi di arma da fuoco a sud di Sanaa ". Parole che avevano fatto scoppiare subito i combattimenti tra le milizie degli Houthi e le forze di Saleh .

Immediata è arrivata la solidarietà di Emanuele Fiano, dirigente del Partito Democratico, per il "violento quanto indegno post apparso su Facebook".

Vento Ribelle è un blog che si chiara: "Anti fascista, anti razzista, anti capitalista, anti militarista, anti colonialista e anti imperialista". "Bavagli e ricordi di un sanguinario passato terroristico - prosegue - sono da condannare con forza".

"Incredibile. Questa è vera violenza. Il web non può diventare un luogo di odio!"

Inutile aggiungere che finora non si sono registrati commenti sdegnati, ad iniziare dalle massime cariche dello Stato, di solito così solerti a denunciare ad esempio un giovane carabiniere che espone una bandiera della Marina tedesca. Lo scrive su Twitter Giovanni Toti, presidente della regione Liguria e consigliere politico di Silvio Berlusconi.

Comments