Avvelenati da tallio in Brianza, il nipote: "Volevo punire gli impuri"

Adjust Comment Print

E' accusato di triplice omicidiovolontario e tentato omicidio. La famiglia, residente a Nova Milanese, in Brianza, era stata in vacanza in Friuli: si pensa che il fienile della casa di villeggiatura fosse infestato da piccioni, i cui escrementi contengono tallio. Ricoverate in ospedale altre cinque persone.

Le vittime del veleno sono Patrizia Del Zotto (62 anni), Giovanni Battista Del Zotto (94 anni) e Gioia Maria Pittana (87 anni). "Questo nuovo stile di vita è ispirato (...), a suo dire e se non ricordo male, da un gruppo chiamato 'Concilio Vaticano II'". In un giallo di Agatha Christie, Un cavallo per la strega, è il parroco del paese il primo che muore, avvelenato dal tallio, con in tasca una lista di nomi di persone, in apparenza scollegati. Una spiegazione delirante, la sua: "Volevo punire i soggetti impuri". Mattia Del Zotto non ha spiegato il movente del suo diabolico e premeditato piano omicidiario, ma le uniche parole pronunciate ai carabinieri al momento dell'arresto fanno venire i brividi: "Ho fatto quello che andava fatto. Ecco perché il killer di Monza ha scelto un infuso di erbe". Ma non è finita qui.

La svolta clamorosa nelle indagini per avvelenamento da tallio è finalmente arrivata. Delle boccette comprate, sei, ne ha usata solo una e ha nascosto le altre, consapevole che avrebbero potuto essere pericolose per i suoi genitori se lasciate in casa.

Milan, Gattuso: "I nuovi al di sotto delle loro possibilità"
Il Milan ha già conquistato il primo posto nel girone la trasferta di Fiume sul campo del Rijeka vale poco più di un'amichevole. C'è chi usa il fioretto e chi la sciabola, chi gradisce una mentalità ideale ed eterea e chi invece punta sulla concretezza.

Il gip del Tribunale di Monza ha integralmente accolto la richiesta della Procura della Repubblica.

Sarebbe stato acquistato in un'azienda del Padovano il tallio usato per avvelenare la sua famiglia. Al giovane è contestato anche il tentato omicidio di altre cinque persone: i nonni materni, il marito della zia deceduta, un'altra zia e la badante dei nonni paterni.

Comments