Reggia di Caserta, crolla il soffitto nella "stanza delle dame"

Adjust Comment Print

Questa mattina all'interno verso le 13 in una sala della Reggia di Caserta, precisamente nella Sala delle Dame è crollato una parte del soffitto. A cedere è stata una parte dell'intonaco, nei pressi della finestra. "Fin d'ora", ha aggiunto, "si può supporre che si tratti dell'esito di un rifacimento integrale compiuto dopo un terremoto negli anni '30 che non ha ben aderito al supporto, e degli interventi di rafforzamento eseguiti nel 1985, quando ancora si realizzavano iniezioni di cemento che nel tempo si sono rivelate talvolta incompatibili con la calce". Benché il crollo sia avvenuto in tarda mattinata, in orario di apertura, non ci sono stati feriti e l'unico inconveniente per i molti visitatori è stata una leggera modifica del percorso. "La prossima settimana affideremo il lavoro di ripristino".

Felicori parla sulla scorta della relazione stilata dai tecnici.

Oggetto: crollo dello strato di intonaco di finitura della piattabanda del vano finestra orientale della sala della Dame di compagnia. Il rivestimento in questione non aveva dato segnali di distacco.

Catalani in piazza a Bruxelles
Molti dei partecipanti erano avvolti dalla bandiera gialla, rossa e blu della Catalogna. "Sono 45mila", afferma la polizia belga, più del doppio del previsto.

Resta il fatto che i Beni Culturali italiani sono sempre esposti a danni. E dove nel 1985 sono state installate alcune catene nella muratura, realizzate con perforazioni armate lunghe e iniezioni di cemento.

In sostanza il combinato disposto lavori datati più fenomeni sismici sarebbero alla base del crollo di oggi in una zona della Reggia, l'avancorpo orientale, che per i periti "è comunque un nodo di vulnerabilità della struttura del palazzo". Da domani saranno compiute analisi più approfondite, consultando il software della stabilità degli aggetti lapidei dotato di sensori che rilevano eventuali micromovimenti, e installato dopo il recente restauro della facciata, per verificare se c'è stata qualche vibrazione in coincidenza del crollo.

Comments