Serie A, Juventus-Inter 0-0: Allegri e Spalletti si annullano

Adjust Comment Print

A Torino l'Inter di Luciano Spalletti non è riuscita ad effettuare nemmeno un tiro verso la porta avversaria nel corso dei novanta minuti: a fronte di un'altra partita impeccabile dal punto di vista difensivo, nella metà campo avversaria non ha mai proposto nulla. Al quarto d'ora ancora Juventus vicina al gol: Cuadrado punta e salta con un doppio passo Borja Valero, scambia con Higuain ma al momento della conclusione viene anticipato di testa da Perisic che chiama il suo portiere alla deviazione sopra la traversa. "Ci sono stati dei momenti dove abbiamo perso qualche pallone di troppo, soprattutto nel secondo tempo - ha dichiarato Spalletti nel post partita -". Ma tutto quello che abbiamo ottenuto finora ce lo siamo guadagnati e dobbiamo ben tenerlo a mente. Poi, aver portato via un punto qui senza aver preso gol va bene.

Squadre corte e attente per i primi dieci miuti di gioco in cui l'Inter ha in mano la gestione e il possesso con la Juventus che attende con attenzione e senza ansia.

Manchester, tensione negli spogliatoi dopo il derby: feriti in due
Alcuni giocatori del City , Ederson su tutti, avrebbero preso male il rimprovero dell'allenatore portoghese. Una distanza che appare già incolmabile, anche se c'è ancora più di mezzo torneo da disputare.

Secondo tempo: equilibrio che non si spezza.

TIMORE - L'Inter continua a stare al tavolo delle grandi, ma Spalletti fa un salto indietro. "Ma anche Valeri ha detto che stava parlando regolarmente, forse ho interpretato male io". "Sì, qualcosa di più dai tre davanti, Icardi compreso, ce l'aspettavamo". Il muro della Juventus ha retto: l'unico possibile pericolo, un filtrante di Brozovic per Vecino, sventato con un anticipo perfetto di Chiellini (23′). Le uniche occasioni interessanti sono bianconere con Handanovic che compie un doppio intervento su Chiellini dopo un corner in area, salvando la propria porta anche se il gioco era stato fermato poco prima. Dobbiamo chiederci perché non le abbiamo vinte tutte. A noi non manca niente: stasera entrambe le squadre potevano ambire a vincere. Nel modulo scelto da Allegri per affrontare l'Inter ha pesato probabilmente il fatto che quella di ieri sera sia stata la sua terza partita impegnativa nel giro di nove giorni, l'ultima delle quali, ad Atene in Champions League, è avvenuta quattro giorni fa.

Comments