Interrotto il flusso di gas dalla Russia all'Italia

Adjust Comment Print

Il ministero dello Sviluppo economico ha dichiarato lo stato di emergenza per il gas, in seguito a un grave incidente che questa mattina si è verificato in Austria, e che ha comportato l'interruzione dell'erogazione del gas proveniente dalla Russia verso l'Italia.

L'incendio divampato stamani nel principale centro di smistamento di gas in Austria, a Baumgarten, ha causato un morto e almeno 18 feriti, di cui uno in condizioni serie. In ragione di ciò i prezzi dovrebbero restare invariati.

Le forniture dalla Russia all'Italia sono state temporaneamente interrotte. "Il colosso del gas russo Gazprom, che si affida al sito di Baumgarten per inviare gas ai clienti in tutta Europa, ha detto che che l'azienda sta lavorando alla ridistribuzione dei flussi di gas" e sta facendo il suo meglio per "garantire forniture di gas ininterrotte ai clienti in questa direzione di trasporto".

C'è un grosso problema con le forniture di gas all'Italia.

Erdogan e Macron in pressing su Trump "Su Gerusalemme ripensaci"
A Gerusalemme una guardia di sicurezza israeliana di 25 anni è stata accoltellata a Gerusalemme alla fermata del bus. LA GIORDANIA - Il Parlamento giordano ha votato oggi a favore della revisione del trattato di pace con Israele .

Dopo l'incidente in Italia il prezzo all'ingrosso del gas è salito del 215%, raggiungendo il prezzo record di 75 euro per megawattora. La Snam, però, aveva rassicurato sulla copertura garantita dagli stoccaggi "per alcuni giorni, una settimana".

Lo spiega il Ministero dello sviluppo economico italiano (Mise) in una nota. Baumgarten è il terminale del gasdotto di Urengoy-Uzhgorod (140 miliardi di metri cubi l'anno potenziali) che collega la Russia all'Europa passando attraverso l'Ucraina. Il ministero monitora l'evolversi della situazione, in continuo contatto con gli operatori interessati. L'ad di Eni, Claudio Descalzi, si è preoccupato nel precisare come non ci sia allarmismo fra gli operatori: "Se finisse domani non è un problema".

Nonostante l'esplosione di stamane l'approvvigionamento di gas in Austria è "coperto per un periodo di tempo prevedibile", ha affermato la compagnia Gas Connect Austria. Così, un incidente, dovuto per quanto si apprende a "problemi tecnici", è in grado di mettere in difficoltà mezzo continente nel pieno dell'inverno, quando le basse temperature aumentano il fabbisogno.

Comments