A San Giovanni si spendono 15 milioni all'anno alle slot machine

Adjust Comment Print

Dei grandi comuni in provincia di Modena, Formigine è la città che ha il più al tasso di denaro giocato pro-capite annuo in gioco d'azzardo con 1.712,2 euro contro 1.701,6 euro del 2015, seguito da Sassuolo 1.658,9 euro contro i 1.455,5 euro, che per altro registra anche il dato più negativo in termini assoluti di aumento del denato giocato (+203,4 euro).

Su 27.667 abitanti e un reddito imponibile pro capite pari a 15.624 euro, si è calcolato che nel 2016 sarebbero stati giocati circa 22,18 milioni di euro, pari a 801 euro di giocate pro capite: 7,1 milioni in AWP, cioè new slot (le macchinette che accettano monetine e sono presenti anche in bar e tabaccherie) e 15,1milioni in VLT videolottery (accettano anche banconote, sono presenti in locali dedicati e consentono giocate e vincite più alte). Si sono incrociati i dati di popolazione (Istat), reddito (Mef) e la raccolta gioco (Aams). A Cantiano, riferendoci al 2016, ci sono state giocate complessive pari a 1,05 milioni di euro - prosegue Matteacci.

Baby gang alla stazione pesta il capotreno
Gli altri due componenti della baby gang sono un lucchese e una coetanea residente a Lucca. In base alle prime testimonianze, solo 2 minorenni avrebbero pestato i poliziotti.

In Italia nel 2016 gli italiani hanno speso al gioco 95 miliardi di euro, il 4,4% del Pil, poco meno di quanto spendono per mangiare, il triplo di quanto spendono per l'istruzione.

Per questo mercoledì scorso la Giunta Comunale di Vezzano sul Crostolo - composta dal Sindaco Bigi, il Vice Sindaco Ilenia Rocchi, dagli Assessori Franco Stazzoni, Alessandra Leoni e Stefania Colli - ha approvato la delibera che mappa il territorio comunale individuando i luoghi sensibili quali scuole, chiese, centri aggregativi, impianti sportivi, strutture socio sanitarie ed altri. Quinta in classifica la Campania: 5 milioni 839mila abitanti e 3 miliardi 868 milioni spesi. Una collettività che come ha avuto modo di sottolineare durante la cerimonia di conferimento delle benemerenze civiche Simone Feder, sempre più spesso accusa una dipendenza dall'azzardo con ragazzi che a 12 anni hanno già 'grattato' un biglietto nella ricerca di una vincita. Sul fronte della spesa più alta pro capite, la Lombardia è subito seguita dall'Emilia Romagna (1.014 euro a testa). Ma l'Emilia-Romagna e all'interno la provincia di Modena, è seconda in Italia per spesa pro capite. Da oggi il database "L'Italia delle slot" sarà consultabile online accedendo dal sito di questo giornale.

Comments