Apple ammette di rallentare i vecchi iPhone ma per allungarne la vita

Adjust Comment Print

Lo scorso anno abbiamo rilasciato una funzione per iPhone 6, iPhone 6s e iPhone SE per limitare i picchi di energia solo quando sono necessari, in modo da evitare spegnimenti improvvisi.

Secondo Poole, la prova di quanto sostenuto da lui e dalla sua squadra si trova nelle performance di iPhone 6 e 6s: a inizio anno, molti di questi dispositivi hanno avuto un problema di batteria, spegnendosi improvvisamente senza spiegazione alcuna, anche a metà della carica.

Si chiama obsolescenza programmata, ed è quel tipo di strategia aziendale che punta a rendere vecchio un prodotto entro un periodo prefissato, così da invogliare gli utenti a comprare l'ultimo top di gamma. Dalle analisi compiute è emerso che la Apple abbassa notevolmente e consapevolmente lo standard delle prestazioni, ma solo per preservare la batteria quando diventa troppo vecchia, non per aumentare i guadagni o per ragioni di mercato. Apple ha, infatti, confermato quanto era emerso da test e benchmark in passato.

iPhone 6s a sinistra (con iOS 10.2.0, iOS 10.2.1 e iOS 11.2); iPhone 7 a destra (con iOS 10.2.0, iOS 10.2.1, iOS 11.1.2 e iOS 11.2).

Calciomercato Juventus: il fratello di Dybala incontra il Psg, Juve infuriata
Senza interpellare nessuno, Mariano avrebbe, anzi, starebbe offrendo il promettentissimo attaccante a mezza Europa, Psg (ma per caso il Real vuole Neymar? ) compreso.

Insomma, o ci si tiene un telefono meno performante di quando si è comprato, o non si aggiorna il software - con tutti i rischi che ne conseguono - oppure se ne acquista uno nuovo.

Secondo i dati da forniti dall'utente che si firma "TeckFire" e supportati da una fonte attendibile quale lo sviluppatore di Geekbench, John Poole, le prestazioni del processore vengono sensibilmente limitate sui modelli meno recenti che hanno ottenuto un aggiornamento del sistema operativo. Fatto sta che dopo anni di dibattiti, neanche i fan più accaniti della mela morsicata sono riusciti a risolvere il mistero. "Ora abbiamo esteso questa funzione ad iPhone 7 con iOS 11.2 e prevediamo di aggiungere il supporto per altri prodotti in futuro.".

Il nostro obiettivo è offrire la migliore esperienza ai nostri clienti, e ciò riguarda anche le prestazioni complessive dei dispositivi ed il loro ciclo di vita, che cerchiamo di prolungare il più possibile. La conferma di oggi di Apple rappresenta, senza dubbio, un chiarimento importante per gli utenti anche se le polemiche, soprattutto per la scarsa trasparenza da parte dell'azienda che ha confermato l'esistenza di questa funzionalità in netto ritardo, saranno senza dubbio tantissime. Stando alle dichiarazioni dei vertici dell'azienda, Apple non rallenterebbe i vecchi terminali per convincere gli utenti ad acquistare il modello successivo, ma per porre un rimedio al naturale decadimento delle batterie a litio.

Comments