Bimbo di tre anni muore dopo le dimissioni dall'ospedale

Adjust Comment Print

La domanda che a Napoli, e non solo, molte persone si stanno ponendo in queste ore è: perché il bimbo di 3 anni trasportato all'ospedale Santobono e poi dimesso è morto? Lo ha detto il presidente del gruppo consiliare Campania libera, Psi e Davvero Verdi, Francesco Emilio Borrelli, componente della Commissione sanità, che era stato informato della tragedia in mattinata.

Il piccolo, di Ercolano, era già giunto ieri sera al pronto soccorso dell'ospedale Santobono di Napoli e lamentava forti dolori addominali.

Tuttavia, quando alle 7:00 di questa mattina è stato nuovamente condotto al Pronto Soccorso in arresto cardiaco, per il piccolo non c'è stato nulla da fare. I medici lo avevano esaminato attentamente, riscontrando infiammazione delle vie aeree, diarrea e fitte all'addome.

"Dopo la visita - spiega una nota diffusa dall'ospedale pediatrico, come riporta il mattino.it - integrata da un esame ecografico, il quadro clinico è stato ritenuto, in conformità alle linee guida ordinariamente seguite, non necessitava di ricovero e il piccolo è stato rinviato al domicilio, con prescrizione di farmaci e richiesta di controllo presso il curante dopo 24 ore". Nonostante tutte le procedure rianimatorie, alle 7.43 è stato constatato il decesso.

Torino, infortunio per Andrea Belotti. Previsti i primi esami
Belotti ha subito un trauma distorsivo al ginocchio destro (lo stesso che lo ha costretto a fermarsi ad Ottobre). Arrivano brutte notizie per il Torino .

La direzione aziendale dell'ospedale in questione, ha inoltre affidato a una commissione composta: dal direttore medico del presidio, dal responsabile del rischio clinico e dal prof Pierpaolo Di Lorenzo, medico legale dell'Università Federico II, l'incarico di verificare e riferire sull'accaduto.

"Dall'inizio del 2017 - sottolineano - circa 100mila bambini sono stati accolti dal Pronto soccorso del Santobono, un reparto che è considerato un'eccellenza in Italia".

La Direzione dell'Azienda, fiduciosa nell'azione delle Autorità competenti, così come della professionalità ed abnegazione dei propri Sanitari, "esprime alla famiglia sentite condoglianze e la più fattiva vicinanza, assicurando la massima collaborazione nell'individuare le cause della dolorosa vicenda".

Comments