Coppa Italia: il Milan vola in semifinale grazie al baby-fenomeno Cutrone

Adjust Comment Print

La partita non ha offerto molte emozioni nel primo tempo, i rossoneri si sono resi pericolosi con un colpo di testa da parte di Bonaventura e con una conclusione di Suso, i nerazzurri ci hanno invece provato con Icardi e si vedevano un gol annullato dal Var, con la deviazione di Antonio Donnarumma, oggi in campo al posto dell'infortunato fratello su Perisic, ma la posizione irregolare di Ranocchia aveva reso inutile l'azione di riferimento.

Il Milan, quindi, passa a San Siro e guadagna l'accesso alla semifinale, dove incontrerà la Lazio, prossimo avversario in campionato dell'appena eliminata Inter.

L'allenatore rossonero esordisce così nel commentare la vittoria rossonera per 1-0: "Venivamo da un periodo negativo, questa partita era fondamentale". Stiamo facendo fatica ma penso che con il lavoro, il senso d'appartenenza ne possiamo uscire. Io non ho peli sulla lingua, se devo massacrare qualcuno lo faccio. Durante la settimana si lavora, la squadra ha qualità e talvolta è mancato il veleno a questa squadra.

"E' un momento in cui abbiamo perso fiducia, abbiamo meno coraggio e siamo meno convinti delle nostre qualità". Ma a pochi minuti dal calcio d'inizio il quasi 41enne portiere dà forfait e lascia la porta all'altro Donnarumma, Antonio, che fa il suo esordio assoluto con la maglia rossonera. La serata televisiva prevedeva su Rai2 il film "Australia" che ha segnato 1 milione 701 mila spettatori e il 7.18 di share. Sono forse l'allenatore più scarso della serie A, ma anche quando gioco a calcetto voglio vincere, fa parte del mio carattere. Ce la giocheremo di partita in partita.

Il 'Sobrero' ammesso alla sperimentazione per il diploma in quattro anni
Le scuole in questione (75 indirizzi liceali e 25 indirizzi tecnici) sono così distribuite: 44 al Nord, 23 al Centro, 33 al Sud. Sarà una sola classe , per ogni scuola, a poter collaudare il diploma quadriennale, che non farà sconti sul programma formativo.

E ancora: "Ho vinto tutto? Ora dobbiamo guardare avanti, abbiamo due partite prima della sosta e speriamo di fare punti anche in campionato".

"Sapevo fin dal primo giorno a cosa andavo incontro accettando la panchina del Milan".

SUL DERBY - "Se pensiamo che abbiamo risolto tutti con questa vittoria siamo degli ipocriti. Sta a me tirare fuori il massimo dai giocatori". Non c'è molta differenza dalla gara di oggi e quella con l'Atalanta. Dobbiamo fare qualcosa di più.

Comments