Sicilia: Ars, manca numero legale e salta voto finale esercizio provvisorio

Adjust Comment Print

Approvato all'Ars il disegno di legge sull'esercizio provvisorio che sarà in vigore fino al prossimo 31 marzo.

Con un emendamento, via libera anche alla norma sui disabili, che prevede la semplificazione della procedura per l'erogazione dei fondi.

Non sono mancati però i momenti di tensione in Aula.

Per il presidente dell'Ars Gianfranco Miccichè la votazione è valida perchè il numero legale sarebbe da calcolare in base alla presenza dei deputati in aula rilevata dai tesserini inseriti negli scranni e non dal voto effettivo. "Ci sono tante aspettative verso questo governo, che sono certo non verranno disattese, ma non posso non tenere conto degli accadimenti politici, consumatisi nelle ultime ventiquattro ore, che ledono la dignità dei cittadini siciliani, consegnano un'immagine inopportuna e distorta e che rendono impossibile la prosecuzione del mandato di assessore all'energia e ai servizi di pubblica utilità, conferitomi dal presidente Musumeci". Che ha aggiunto: "Miccichè si è permesso di superare quanto prescrive il regolamento, si prospettano periodi molto bui". Mai visto nulla di simile.

Capodanno 2018: le previsioni meteo a Torino e in montagna
Il calo termico sarà di breve durata perché negli ultimi giorni dell'anno si ripresenteranno venti più miti di origine oceanica. Vento forte, con raffiche di Libeccio sui versanti sottovento dell'Appennino e, giovedì, raffiche di Maestrale sull'Arcipelago.

"La decisione è stata assunta nel solco di autorevoli precedenti parlamentari e segnatamente della Camera dei deputati - sottolinea Miccicchè -. Peggio di così l'era Musumeci non poteva cominciare". Quello che è successo è inaccettabile e oltretutto ha coperto il vero dato politico: "non c'è una maggioranza". Tanto è vero che quando si effettua la verifica del numero legale si chiede di votare con uno dei tre tasti: il rosso, il verde o il bianco.

Il Tribunale Amministrativo Regionale, sezione di Lecce, ha accolto il ricorso proposto da un'impresa immobiliare del luogo contro il parere negativo espresso dall'Autorità del Bacino alla riperimetrazione del Piano di Assetto Idrogeologico.

Sulla stessa linea il Pd. Così il Presidente dell'Assemblea regionale siciliana Gianfranco Miccichè ha rinviato l'aula alle 16.

Una seduta, insomma, movimentata dall'inizio alla fine. "Sono un sostenitore della valorizzazione degli antichi mestieri".

Comments