Botti di Capodanno: 212 feriti, di cui 50 minori

Adjust Comment Print

Complessivamente tra Napoli e provincia si registrano 35 feriti: un 23enne che ha perso il secondo e il quarto dito della mano destra e ne avra' per 25 giorni.

In provincia di Napoli invece sono rimasti feriti per i botti di Capodanno in 13, con un leggero calo rispetto all'anno scorso. Un 27enne di Castel Volturno (Caserta) rischia di perdere l'occhio destro, così come un 21enne di Napoli ricoverato con ustioni e lesioni all'occhio destro. Una ragazza di 19 anni di Roma ha riportato lesioni multiple alle gambe dovute allo scoppio di petardi mentre un 49enne di Portici si è presentato al pronto soccorso del Cardarelli con diverse ustioni sul corpo.

In ogni caso il bollettino è meno drammatico rispetto allo scorso anno quando il bilancio fu di 46 persone ferite tra Napoli e la sua provincia.

Giornata della Pace. Il primo Angelus del Papa è per i migranti
Il Pontefice ha quindi invitato a ritrovare il silenzio e anche a sostare in silenzio davanti al presepe. Alcuni, in passato, chiesero di limitarsi a questo, ma la Chiesa ha affermato: Maria è Madre di Dio.

Nessuno risulta ferito in modo grave. Un giovane marocchino, ad esempio, ha riportato una ferita alla mano guaribile in 12 giorni. Traumi da scoppio alle mani, poi, per due uomini di circa trenta anni. A quanto si è appreso, sono rimaste coinvolte e danneggiate otto auto parcheggiate.

A Crotone, una bimba di 7 anni mentre assisteva ai festeggiamenti dal balcone di casa e' stata raggiunta al torace da un colpo di arma da fuoco vagante e ha riportato ferite giudicate guaribili in 10 giorni. Dopo un sopralluogo svolto dal personale degli artificieri del reparto operativo del comando provinciale dei carabinieri di Torino, insieme ai vigili del fuoco, ha consentito di trovare 12 ordigni esplosivi artigianali inesplosi, una cartuccia calibro 12 e un'altra calibro 9x21.

Nessun morto per i botti di Capodanno per il quinto anno consecutivo, ma feriti in aumento: erano stati 184 l'anno passato, sono 212 quest'anno, nove dei quali con prognosi superiore ai 40 giorni. I cinque feriti, di cui due minorenni, sono stati tutti accompagnati autonomamente nei vari ospedali del Vicentino, quindi senza la richiesta di intervento delle ambulanze. Ricoverato anche uUn uomo di 52 anni di Casavatore per lesioni al braccio e alla nuca.

Comments