Inquinamento in mare, le esercitazioni della Guardia Costiera di Salerno

Adjust Comment Print

Quando il viaggio di Capodanno per la sfortunata turista di Belluno, ospite di un B&B di Praiano insieme col marito e una coppia di amici, è finito tragicamente nel mare della Costiera Amalfitana. "A nome degli operatori ricettivi della Costa d'Amalfi esprimo il cordoglio e la solidarietà alla famiglia della turista veneta morta questa mattina a causa di un'onda che l'ha travolta e risucchiata in mare". Al momento della tragedia si trovavano in quattro sulla stradina pedonale che unisce la Praia con un noto night club. Sull'accaduto indagano oltre che i militari della Guardia Costiera anche i Carabinieri della Compagnia di Amalfi. In corso tutti gli accertamenti del caso per ricostruire con esattezza la dinamica dei fatti. Sulla questione sicurezza del litorale, il sindaco di Praiano sottolinea che "il buonsenso vorrebbe che non si frequentassero litorali a pelo d'acqua durante un moto ondoso così importante".

Inter, Candreva: "Sputo e insulti? Non erano rivolti ai tifosi".
Il diretto interessato, raggiunto telefonicamente da InterTV , non ha dubbi: "Sono uscite delle cose che non dovrei nemmeno stare qui a smentire".

Un'altra donna che era con lei si è salvata aggrappandosi ad alcuni oggetti e rami presenti in acqua: ricoverata a Castiglione, è sotto choc e in ipotermia. Una quarta persona si è tuffata nel tentativo di salvarli. Erano usciti per fare trekking quando sono stati sorpresi dal mare ingrossato. Un episodio analogo si verificò il 25 gennaio 1999. Sono stato uno dei primi ad arrivare sul posto, pochi minuti dopo la tragedia. Un quarto invece è riuscito ad evitare di cadere in mare. Improvvisamente, mentre erano lì, dinanzi al mare della Costiera, sopraggiunse un'onda che li investì in pieno, trascinando in mare la 37enne. La salma è attualmente a disposizione dell'Autorità Giudiziaria mentre le altre persone coinvolte dall'incidente sono state affidate alle cure dei medici.

Comments