Apple ammette falle su microchip: "Colpiti tutti i sistemi Mac e iOS"

Adjust Comment Print

Il colosso di Cupertino ha ammesso un rischio generale, che riguarderebbe milioni di apparecchi: dai pc ai tablet fino agli smartphone.

Nei giorni scorsi è iniziata una corsa contro il tempo per elaborare gli aggiornamenti che dovrebbero permettere di chiudere le falle di sistema, che sono state denominate "Meltdown" e "Spectre" e che sono state rinvenute nei chip dei principali produttori come Intel e ARM.

Dopo aver osservato un giorno di silenzio, i portavoce di Apple confermano che le vulnerabilità Meltdown e Spectre affliggono tutti i Mac e i dispositivi basati su iOS.

Microsoft ha rilasciato nella giornata di ieri un aggiornamento di sicurezza d'emergenza per Windows a seguito della pubblicazione sul web della notizia riguardante la grave falla di sicurezza trovata in molti processori Intel, AMD ed ARM. In una nota della casa di Cupertino si legge che l'azienda si è già messa al lavoro per rilasciare un aggiornamento di Safari - il browser utilizzato per navigare su internet da iPad, iPhone e Mac - in grado di risolvere il problema.

Un cinghiale irrompe nella scuola Caponnetto a Palermo, un custode è ferito
Già in passato alcuni residenti del quartiere avevano fotografato i grossi suini che cercavano cibo tra i cassonetti. L'animale si è avventato anche contro i vigili del fuoco che sono intervenuti.

Secondo Apple, invece, l'impatto sarebbe molto basso.

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS.

All'interno di un documento ufficiale pubblicato sul suo sito ufficiale, Apple spiega che tutti i suoi dispositivi sono colpiti da queste vulnerabilità ma che, fortunatamente, al momento non ci sarebbero exploit che vadano a compromettere la sicurezza degli utenti. Apple ha spiegato che iOS 11.2, macOS 10.13.2 e tvOS 11.2 dispongono gia' di protezioni disponibili e che nei prossimi giorni continueranno a fornire 'patch' per coprire l'intera gamma di prodotti. Ma la Apple sta già correndo ai ripari.

Secondo quanto rivela il Financial Times, le falle potrebbero essere sfruttate dagli hacker per introdursi nei sistemi criptati dei big dell'high tech e ottenere informazioni riservate come password e un certo numero di dati sensibili.

Comments