Caso nomine: la Raggi chiede giudizio immediato

Adjust Comment Print

La Raggi nell'ambito del procedimento è accusata di falso documentale: mentì all'Anticorruzione del Comune di Roma - secondo la procura della repubblica di Roma - in relazione alla vicenda di Renato Marra, fratello dell'ex braccio destro della sindaca (Raffaele), che da vigile urbano graduato venne promosso a capo del dipartimento turismo del Comune di Roma con un incremento di stipendio di circa 20 mila euro. Peccato non corrisponda al vero il "desiderio" della pentastellata sindaca "che sia accertata quanto prima la verità", visto che con la fissazione al 21 giugno dell'inizio del processo è ormai evidente che la manovra è servita soltanto a 'scavallare' il periodo pre-elettorale ed evitare quindi di danneggiare il Movimento Cinque Stelle. E l'udienza preliminare doveva svolgersi il 9 gennaio. Sono certa della mia innocenza e non voglio sottrarmi ad alcun giudizio.

L'impressione è che si sia trattato di una mossa "anche" politica. In secondo luogo, nelle cronache romane in questi giorni si raccontava che l'orientamento riguardo l'udienza preliminare fosse pessimista: in Campidoglio, secondo i sussurri raccolti dai giornalisti, non si confidava molto nella possibilità che il caso della sindaca venisse archiviato. Ma con la richiesta di giudizio immediato si passerà direttamente alla fase dibattimentale.

WhatsApp down a Capodanno: l'app non funziona oggi 31 dicembre 2017
Lo ha annunciato in una nota ufficiale l'app di messaggistica istantanea che ha poi aggiunto di "guardare ad altre piattaforme iOS e Android ".

Giudizio abbreviato che - oggetto della prossima nota - è un rito speciale predibattimentale premiale. Lo ha disposto il Tribunale Roma, accogliendo la richiesta di giudizio immediato avanzata dai difensori della sindaca. La sindaca di Roma e' riuscita nel 'colpaccio', a spostare il tuo processo a dopo le elezioni.

Comments