Polfer Campania: oltre 130mila controlli nel 2017

Adjust Comment Print

Nei 1.219 servizi antiborseggio in abiti civili, sia negli scali che sui convogli la polfer nell'anno appena passato ha arrestato e indagato in stato di libertà rispettivamente 106 e 1.126 persone, procedendo complessivamente a 101.899 controlli. Tale articolato dispositivo ha consentito di indagare 1 soggetto. Su 3.762 treni del trasporto regionale e della lunga percorrenza diurna/notturna è stata assicurata la presenza di 2.145 pattuglie della Polizia Ferroviaria: 609 le sanzioni amministrative elevate; 31 le persone allontanatesi dai propri nuclei famigliari e rintracciate in ambito ferroviario, di cui 20 minori; 3 i suicidi scongiurati, grazie alla capacità di osservazione e alla prontezza del personale della Polizia ferroviaria.

In flessione le aggressioni denunciate dal personale ferroviario (-15%, da 524 a 447) rispetto al 2016. Nel 66% dei casi l'autore è stato individuato.

In calo il numero di incidenti in ambito ferroviario nella loro totalità ed in calo anche la mortalità connessa (da 66 a 54, pari a -18%).

Serie A, Fiorentina-Inter 1-1: Simeone risponde a Icardi
Dopo il vantaggio interista, la squadra di Spalletti sembra essere uscita dal campo lasciando spazi aperti alla squadra di Pioli . Dopo due sconfitte e un pareggio, l'Inter ha bisogno di rialzarsi per continuare la corsa per i primi posti in classifica.

Per quanto riguarda il contrasto ai furti di cavi di rame in esercizio in danno di imprese ferroviarie, reato come noto particolarmente insidioso per la regolarità e sicurezza dei trasporti, si evidenzia che 11 persone sono state tratte in arresto per furto aggravato e 8.410 di cavi di rame di provenienza furtiva sottoposti a sequestro.

Sotto il profilo internazionale, infine, la Polfer ha proseguito la propria attività nell'ambito del network europeo di polizie ferroviarie RAILPOL, allo scopo di migliorare le tecniche specialistiche e di rafforzare la collaborazione tra i Paesi membri attraverso il reciproco scambio di informazioni e la definizione di comuni strategie operative nonché la programmazione di azioni congiunte. In tale contesto, nel corso del 2017 l'Italia ha mantenuto la presidenza del Gruppo di lavoro Strategic Analysis, rivolto all'analisi strategica dell'andamento dei principali fenomeni delittuosi in ambito ferroviario in Europa allo scopo di delineare linee operative comuni di prevenzione e contrasto tra i vari Paesi membri. Sono le principali attività registrate dalla Polizia Ferroviaria dell'Emilia Romagna nel corso del 2017, 110° anniversario dalla fondazione del corpo.

Si chiude così per la Polizia Ferroviaria un anno che ha visto le celebrazioni del 110° anniversario della sua fondazione. Tra i fatti più violenti, quelli che hanno coinvolto il treno Italicus (4 agosto 1974, 12 morti e 48 feriti), la stazione di Bologna (2 agosto 1980, 85 morti e 200 feriti), il treno R904 (23 dicembre 1984, 16 morti e 260 feriti). Di qui la campagna "Train...to be cool", con la quale gli operatori della Polizia Ferroviaria hanno incontrato centinaia di studenti delle scuole medie e superiori e le campagne "Sosteniamo la sicurezza arriviamo insieme alla meta" e "Gioca volley in sicurezza" (in collaborazione con 1'Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie e la Federazione Italiana Rugby e Pallavolo) rivolte ai più piccoli, che hanno visto la realizzazione di feste di piazza o presso centri sportivi di varie città italiane, durante le quali i bambini attraverso giochi a tema, hanno imparato alcune semplici regole per la propria incolumità in stazione e nei treni. 19 nei soli ultimi 50 anni.

Comments