Spagna: Messi ha nel contratto una clausola "anti-secessione"

Adjust Comment Print

La situazione politica in Catalogna, e l'ipotesi al momento remota di secessione dalla Spagna, preoccupa non poco Lionel Messi. Messi, che ha un contratto principesco fino al 2021 con una clausola rescissoria da 700 milioni di euro, non ha intenzione di ritrovarsi, a causa delle questioni legate alle lotte indipendentiste catalane, a giocare in un campionato di livello inferiore a quello attuale. Il Barcellona, da parte sua, avrebbe già informato il giocatore che se l'indipendenza catalana dovesse verificarsi, Messi potrebbe ritenersi automaticamente libero da ogni impegno con il club.

Uomini e Donne news, Maria De Filippi pronta a licenziare un opinionista?
Il cast de L'Isola dei Famosi è ancora in via di definizione, ma se Mario e Claudio sbarcassero davvero in Honduras, l'astio della De Filippi sarebbe più che comprensibile.

E' questa la clamorosa indiscrezione che rimbalza dalla Spagna, dove il Mundo ha riportato che l'attaccante argentino avrebbe imposto al Barcellona di inserire nell'ultimo rinnovo firmato a novembre una clausola anti-indipendenza. Inoltre, la Catalogna impiegherebbe tempo per afrsoi accettare dalla Uefa come nuova nazione partecipante e partirebbe con un rating bassissimo, cosa che obbligherbbe il Barcellona a cominciare dal primo turno delle qualificazioni. Catalogna che nel Barcellona ha la sua massima espressione sportiva e di identificazione popolare; non a caso calciatori come Piquè o Iniesta, nel recente passato, non hanno esitato ed esporsi di fronte al grande pubblico circa le loro idee politiche. Nessuna menzione, invece, per la Serie A.

Comments