Cinema, senza Checco Zalone italiani lo disertano: meno 44% biglietti venduti

Adjust Comment Print

E questo al di là del cosiddetto 'effetto Checco Zalone', ovvero l'assenza in questa stagione di un suo film che in genere sbanca al botteghino e pesa molto sui dati annuali. L'incasso totale del cinema italiano (incluse le coproduzioni) in sala durante l'anno 2017 è stato di 103.149.979 (17,64% del totale box office; -46,35% rispetto al 2016) per un numero di presenze pari a 16.880.223 (18,28% del numero totale dei biglietti venduti; -44,21% rispetto al 2016); più nel dettaglio, il cinema italiano ha incassato circa 89 milioni in meno rispetto al 2016 per un numero di biglietti venduti inferiore di 13.3 milioni. Rispetto al 2016 si è registrata una diminuzione degli incassi al box office dell'11.63% e un decremento delle presenze del 12.38%. Una diminuzione rispetto al 2016 degli incassi al box office, per film italiani e stranieri, dell'11.63% e un decremento delle presenze del 12.38%. Poi, ancora, la peggior percentuale degli ultimi quattro anni in termini di incassi per la nostra cinematografia (17,64%).

Un altro anno di calo per il cinema italiano, con un 2017 che rispetto all'anno precedente ha fatto segnare un calo del 44% dei biglietti venduti (e 89 milioni di euro di incasso mancati) rispetto al 2016.

Il cinema italiano Per quanto riguarda la produzione di casa nostra nel 2017 sono stati distribuiti in sala 536 film (-18 rispetto al 2016) di cui 216 di produzione o co-produzione italiana (+8 rispetto al 2016) per una quota del 40% sul totale (era del 38% nel 2016). Da considerare che il 2016 aveva visto due risultati eccezionali: Quo vado di Checco Zalone (65,3 milioni) e Perfetti sconosciuti di Paolo Genovese (17,3 milioni).

Bologna Fc, Simone Verdi a Dubai. Pressing del Napoli
L'affare si sarebbe sbloccato grazie all'intervento in prima persona del presidente dei partenopei Aurelio De Laurentiis . Non accennano a placarsi le voci relative al fortissimo interessamento del Napoli nei confronti di Simone Verdi .

Va bene invece il cinema americano che incassa 387.619.551 euro (66,28% del box office; +5,24%) con un numero di presenze pari a 60.125.924 (65,12% del numero totale di biglietti venduti; +3,37% rispetto al 2016); Seguono, dopo quello americano e italiano, il cinema inglese (39.7 milioni); il francese (24.7 milioni) e il tedesco (5.2 milioni).

L'Italia sbuca solo alla posizione 9 con L'Ora legale, il film con Ficarra e Picone distribuito da Medusa (10,3 milioni di incasso), seguito da Mister Felicità di Alessandro Siani (boh!), distribuito da 01 Distribution (10,2 milioni di incasso). Da loro l'analisi delle criticità del settore e anche le possibili soluzioni. Numeri che fanno piangere, ma anche riflettere, il mondo del cinema italiano.

Rutelli, infine, oltre ad evidenziare "il momento epocale" che stiamo vivendo grazie ad Internet e alla diffusione della pirateria, ha annunciato che, a breve, verranno rese note, insieme al ministro Franceschini, proposte innovative per far tornare il pubblico in sala.

Comments