Al disgelo tra le due Coree s'affaccia anche Trump

Adjust Comment Print

La partecipazione della Corea del Nord a PyeongChang e una maggiore comprensione tra le due Coree, che tecnicamente rimangono in guerra, potrebbero contribuire ad alleviare le tensioni regionali dopo il 2017, segnate da continui test delle armi nordcoreane e dal tono bellicoso del presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Per Moon dunque il miglioramento delle relazioni con il Nord passa "inevitabilmente" attraverso la soluzione della crisi nucleare: "la denuclearizzazione della Corea del Nord - ha infatti sottolineato - è una parte" fondamentale "del cammino verso la pace, che è il nostro obiettivo".

Il leader nordcoreano Kim Jong-un compie oggi gli anni, alla vigilia della prima riunione ad alto livello tra le due Coree in piu' di due anni.

La notizia, oltre per la cosa in sé, ha un suo peso per la tempistica e per due ragioni: primo, arriva quando le due Coree hanno mostrato segnali di distensione, certamente grazie all'atteggiamento dialogante di Seul, e anche Washington sembra tenere aperta questa strada; secondo, esce sul WSJ dopo che da mesi si assiste a un avvicinamento tra Donald Trump e Rupert Murdoch (che edita il Journal): il giornale di Wall Street ha ottime fonti, ottime informazioni, e soprattutto s'è dato il compito di mandare un messaggio repubblicano plasmato in modulo trumpiano-polite. "Non potrà essere un incontro fine a se stesso", ha avvertito Moon. Ma il dialogo per la denuclearizzazione del regime di Kim è ancora aperto. I nordcoreani invieranno una squadra di atleti, una delegazione del loro Comitato olimpico nazionale, una troupe di artisti e i loro migliori maestri per un'esibizione di Taekwondo, arte marziale coreana, popolare sia a Nord che a Sud. "Non deve più esserci un'altra guerra nella Penisola coreana".

L'ex tronista Luca Onestini e Ivana Mrazova stanno insieme
Moglie e mamma tuttofare, ama viaggiare e praticare sport ma, soprattutto, è un'appassionata di televisione. Quanto detto ha fatto sì che Luca Onestini e Francesco Monte diventassero amici .

"Questo (i colloqui di ieri) è solo l'inizio. Se da PyeongChang potesse originare un movimento per la pace, lavoreremmo per rafforzarlo e istituzionalizzarlo", ha detto il presidente sudcoreano, ribadendo l'importanza del coordinamento con gli alleati. "Non possiamo negare il fatto che Corea del Sud e Giappone abbiano raggiunto un accordo ufficiale. Resta però da sciogliere un nodo", ha detto il presidente.

Dopo che negli ultimi due anni la tensione fra i due paesi non ha fatto altro che aumentare a causa dell'accelerazione del programma nucleare e balistico nordcoreano, la situazione si è bruscamente calmata sotto Capodanno.

Comments