Koulibaly lancia il Napoli: "Vogliamo metter fine all'egemonia della Juventus"

Adjust Comment Print

Lo ha detto il difensore del NapoliKalidou Koulibaly commentando a Radio Kiss Kiss Napoli il no diSimone Verdi al trasferimento in azzurro. Senza la loro decisione di cercare altrove una vita migliore, non avrei mai potuto aspirare a diventare ciò che sono adesso. Sta bene a Napoli anche se non tocca solo a lui decidere il suo futuro. Verdi? E' una sua scelta, noi - ha concluso - dobbiamo rispettarla.

Poi per Koulibaly testa rivolta alla ripresa del campionato, per continuare il cammino in testa alla classifica la squadra di Sarri nel prossimo turno dovrà superare l'Atalanta, che ha già eliminato gli azzurri dalla Coppa Italia. Nella sua lunga intervista alla Gazzetta dello Sport, il senegalese ha infatti dichiarato: "Chi è l'attaccante più difficile da marcare in Serie A a parte Higuain?". "Vogliamo riprendere il campionato con la stessa fiducia che avevamo prima della sosta, affrontiamo un avversario molto forte e dobbiamo dare il massimo per proseguire la strada intrapresa in questi mesi". Mancano 18 gare alla fine e tutto puo' accadere. Contro il Napoli la Juventus gioca sempre così: tutti a difendere dopo aver trovato il gol. Koulibaly ha commentato anche il recupero di Ghoulam e Milikche da ieri sono tornati ad allenarsi in gruppo: "Ci ha fattomolto piacere il loro ritorno".

Il Presidente Mattarella a Catania
Mattarella ha incontrato diversi "proprietari" dei 13 lotti donati dal comune agli abitanti della zona per una libera coltivazione.

L'uomo del momento, capace di sfoderare sorrisi a ripetizione ma anche di essere leader vero in campo. Lotta scudetto a due? Mondiale? Siamo felicissimi di partecipare, ora vogliamo andare più lontano possibile in Russia. "Ma certo, se un giocatore deve venire a Napoli non con piacere, allora è meglio non venire". "Ci parlano tutti dello scudetto, anche il portiere del mio palazzo ogni volta che mi vede".

Non tutte le società possono puntare a Koulibaly, questo riduce il numero di estimatori.

Comments