Sofia Goggia e Andreas Seppi rendono d'oro il venerdì dello sport azzurro

Adjust Comment Print

La supercampionessa statunitense ha regolato la concorrenza sulla pista Olympia delle Tofane di Cortina, conquistando il sesto trionfo sulla pista da lei prediletta che le consente di arrivare a sei trionfi in discesa (uno in più di Renate Getschl), dodici in totale se consideriamo anche il supergigante.

Per Sofia si tratta della seconda vittoria stagionale in Coppa del Mondo (la quarta in carriera) che le consente di balzare in testa alla classifica generale di discesa con 269 punti (220 la Shiffrin).

Su un podio di livello stellare, la Goggia guarda dall'alto in basso le campionesse americane Lindsey Vonn (seconda a +0 "47) e Mikaela Shiffrin (terza a +0 "84)". "Più indietro, al momento sedicesima, c'è Nicol Delago in 1'38" 69: "poi, Nadia Fanchini in 1'38" 80, Federica Brignone in 1'38" 81, Verena Stuffer in 1'38" 95. Male oggi le azzurre, la migliore delle quali è stata Johanna Schnarf, solo nona.

Possibile vertice del centrodestra stasera da Berlusconi
I tre leader del centrodestra hanno firmato il programma elettorale in vista delle prossime elezioni politiche. Anche sull'Euro: "Non si può uscire dall'Euro e anche Salvini ne è assolutamente convinto".

Migliora anche la svizzera Lara Gut, vincitrice lo scorso anno a Cortina proprio in discesa che ieri ha chiuso al settimo posto. "In una giornata così negativa sono riuscita a mantenere il pettorale rosso, ma non ci devo pensare troppo perché bisogna solamente spingere e basta". Ricordiamo inoltre la possibilità di seguire il live timing sul sito ufficiale della Federazione internazionale per essere sempre aggiornati su come stanno andando le cose a Cortina d'Ampezzo (www.fis-ski.com).

"Dietro l'italiana, giunta al traguardo in 1'36" 45, si piazzano le americane Lindsey Vonn (+0.47) e Mikaela Shiffrin (+0.84). I distacchi alle spalle del primo posto raccontano fedelmente la splendida gara della statunitense: non hanno potuto nulla l'atleta del Liechtenstein, Tina Weirather, né Jacqueline Wiles che hanno completato il podio con quasi un secondo di ritardo. Ho buttato al vento un'occasione, ma oggi ho fatto un errore di valutazione e dovrò imparare.

LINDSEY VONN 9: Difficilmente si può interpretare meglio una delle discese più tecniche della Coppa del Mondo donne. Queste le parole dell'azzurra: "Sono stati una gara ed un risultato eccezionali". Devono invece cercare il riscatto Cornelia Huetter e Tina Weirather, ieri rimaste decisamente al di sotto dei loro standard abituali in questa stagione.

Comments