Spd dice sì a coalizione con Merkel

Adjust Comment Print

Il partito della Spd si è diviso: Kevin Kuehnert, capo dei giovani socialdemocratici Jusos, si è opposto alla presenza del movimento di Martin Schulz in una nuova "Grosse Koalition", però, il leader del partito nel discorso a Bonn ha difeso la decisione di lanciare una nuova alleanza con il blocco conservatore Cdu-Csu, dichiarando "noi siamo un partito internazionale". L'Spd ha votato sì e in questo modo i socialdemocratici tedeschi accettano di avviare le trattative per la formazione di un governo con la Cdu/Csu della cancelliera Angela Merkel. Prendiamoci questo rischio insieme. "Il documento uscito dai colloqui esplorativi è un manifesto per una Germania europea", afferma, che prevede più giustizia sociale e investimenti. In questo scenario si arriverebbe a un governo entro Pasqua. Ciò che è certo è che in seno alla Spd si è celebrata domenica 21 gennaio una spaccatura politica e generazionale fortissima, con gli "anziani" e l'establishment del partito schierati con la linea "governista" di Schulz, e i delegati più giovani che con forza hanno ribattuto che la strada da battere, dopo la sonora sconfitta alle elezioni politiche di settembre (il punto più basso di voti alla Spd nella Germania del dopoguerra), avrebbe dovuto essere un'altra. "Possiamo spezzare l'ondata di destra formando un governo stabile con un chiaro profilo socialdemocratico", ha ribadito Schulz.

Nella lunga giornata dell'SPD, si sono levate parecchie voci contrarie alla riedizione della Grosse Koalition ma Schultz è riuscito a convincere la maggior parte dei delegati anche grazie alle concessioni ottenute durante i negoziati dello scorso dicembre. "Votate no", è stato il suo appello.

Sofia Goggia e Andreas Seppi rendono d'oro il venerdì dello sport azzurro
LINDSEY VONN 9: Difficilmente si può interpretare meglio una delle discese più tecniche della Coppa del Mondo donne. Ho buttato al vento un'occasione, ma oggi ho fatto un errore di valutazione e dovrò imparare.

Entourage Juncker, sì Spd ottima notizia per l'Ue - "Un'ottima notizia per un'Europa più unita, forte e democratica!".

Sempre via twitter il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani si è detto soddisfatto: "L'accordo politico a Berlino è una notizia positiva per la stabilità in tutta Europa. Un passo avanti per il futuro dell'Europa".

Comments