Calabria, ecco i candidati M5S nei listini di Camera e Senato

Adjust Comment Print

Nella circoscrizione Calabria 2, riferito ai collegi maggioritari di Catanzaro, Vibo Valentia, Gioia Tauro e Reggio Calabria entrano nel listino i deputati uscenti Dalila Nesci (capolista), Paolo Parentela e Federica Dieni. Intanto guardando al futuro ci ha tenuto a sottolineare che l'impegno politico proseguirà: "mi butto nella campagna elettorale - ha detto Costa - che coinvolgerà anche il Sud Pontino".

Camera dei deputati: Luca Frusone; Ilaria Fontana; Bernardo Bassoli; Enrica Segneri.

Tra i cremonesi che hanno partecipato alle Parlamentarie, c'è Gabriele Beccari, che non è comparso tra gli aspiranti parlamentari. In questi anni ha lavorato in Regione, assistendo anche il gruppo pentastellato nell'ambito del Comitato regionale Corecoco.

Incidente fuori pista al Sestriere, morto uno sciatore di 31 anni
L'incidente è avvenuto al Fraiteve , tra la pista Cresta e la pista 27 del comprensorio della via Lattea , attorno alle 13.30. Tornando all'incidente mortale di Sestriere , il casco dello sciatore si è sfilato ed è finito duecento metri più in là.

Per quanto riguarda il Senato alle Parlamentarie la spunta Aniello Prisco.

Dei sei nomi in lizza per entrare nei collegi plurinominali in vista delle elezioni a Camera e Senato del prossimo 4 marzo, uno riesce nell'impresa, mentre un secondo va a fare parte della cosiddetta lista di riserva, ossia quella dei candidati supplenti.

Per la provincia di Foggia (collegio plurinominale Puglia 04), i candidati del Movimento Cinque Stelle saranno Giuseppe D'Ambrosio, deputato uscente, Marialuisa Faro, candidata sindaco al Comune di Sannicandro Garganico nel 2013 quando ottenne 265 voti, Giorgio Lovecchio, imprenditore candidato al consiglio comunale di Foggia nel 2013 (89 voti) e Francesca Troiano, psicoterapeuta foggiana, attivista di lungo corso ma alla prima candidatura. Primi nei loro collegi, infatti, risultano il leader M5S Luigi Di Maio, Roberto Fico, Paola Taverna, Carla Ruocco, Manlio Di Stefano, Danilo Toninelli, Alfonso Bonafede e Riccardo Fraccaro, Carlo Sibilia.

Comments