Afghanistan, sede di Save the Children sotto attacco a Jalalabad

Adjust Comment Print

Save the Children è presente in Afghanistan dal 1976 in 16 delle 34 province del Paese, con progetti per la protezione dell'infanzia, progetti di educazione, salute e nutrizione, interventi per contrastare e prevenire la povertà delle famiglie e dei bambini, e di risposta alle emergenze.

Almeno due persone, tra cui un soldato, hanno perso la vita in un attacco durato diverse ore contro la sede dell'ong britannica Save the Children a Jalalabad, capoluogo dell'est dell'Afghanistan e 'feudo' di numerosi ribelli. A colpire è stato un commando composto da miliziani "inghimasi", addestrati a combattere e immolarsi solo dopo avere ultimato l'ultima cartuccia.

Il bilancio è di 2 morti e oltre 10 feriti.

M5S, Di Maio sul palco presenta De Falco candidato in Toscana
Assieme agli altri esponenti di primo piano del M5S, Di Maio ha concluso oggi all'Aurum di Pescara i lavori della tre giorni programmatica del Villaggio Rousseau .

Secondo un copione già visto, il primo miliziano si è fatto esplodere all'ingresso dell'edificio, attraendo l'attenzione della vigilanza e dei soccorritori.

"Siamo riusciti a nasconderci e abbiamo notato che un uomo armato di lanciarazzi ha esploso un colpo contro il portone principale". L'attentato conferma l'ipotesi di un accentuato dualismo tra il movimento dei talebani e lo Stato islamico.

Comments