Federer-Cilic si deciderà al quinto set

Adjust Comment Print

Certo la conclusione della favola, del sogno che si avvera, dopo l'anno stupendo del 2017. "Continuo a divertirmi, qui in Australia, e' un viaggio bellissimo". Grazie alle leggende che ci sono qui e a tutti quanti quelli che hanno reso questa serata davvero speciale.

E se anche lo stesso Laver, alla soglia degli ottanta anni, si alza dal suo seggiolino per riprendere con il cellulare le lacrime di un Federer che alla fine non riesce a trattenere le emozioni, forse è davvero il caso di considerare la possibilità di un passaggio del testimone.

Roger Federer sempre più leggendario!

Lo svizzero ha battuto Cilic con il punteggio di 6-2, 6-7,6-3, 3-6, 6-1 dopo poco più di tre ore di gioco. Non una passeggiata per Federer come non lo era stata quella del gennaio scorso contro Nadal, un vecchietto come lui che questo Open l'ha abbandonato per infortunio. Ormai, tutti hanno il timore reverenziale del regicidio di fronte alla classe di Federer: è l'altro elemento fondamentale con cui condiziona le sue partite. "Si fa fatica a immaginare un dopo Roger". Ancora un dato per la storia: Federer con 6 successi nello Slam down under eguaglia il record di Novak Djokovic e Roy Emerson. Federer ha vinto 8 volte a Wimbledon, in 5 occasioni agli US Open, una volta al Roland Garros e oggi ha conquistato il 6° Australian Open.

Elisabetta Cocciaretto 17 anni semifinale agli Australian Open juniores 2018
Elisabetta Cocciaretto 17 anni semifinale agli Australian Open juniores 2018

Pronto anche a fare battute.

Una partita pazzesca giocata dallo svizzero, che ha dominato il primo set, piazzando due break su un Cilic che sembrava molto teso e incapace di impensierire minimamente il suo avversario.

Da spettatore, il quasi 37enne papà con la racchetta piace quasi di più di un quando era un giovane schiacciasassi. Ho pensato, "è fatto, niente più tennis".

Elezioni, spaccatura nel Pd dopo l'approvazione delle liste. Gentiloni candidato in Sicilia
Così il ministro della Giustizia , Andrea Orlando , ha risposto ad una domanda sulla sua candidatura . Un assedio anche umano, come racconta lo stesso Renzi: "E' una disperazione far fuori 150 uscenti".

Comments