Ema, il ricorso del Governo per la nuova sede dovrebbe partire oggi

Adjust Comment Print

Al ricorso presentato dal Governo italiano al Tribunale dell'Unione Europea si aggiunge così quello del Comune di Milano, annunciato in un'intervista radiofonica dal sindaco Beppe Sala: "Il ricorso per EMA partirà oggi stesso - spiega il primo cittadino - sarà un percorso difficile, ma noi vogliamo provarci". Entrambe le parti hanno convenuto che gli edifici inizialmente proposti non erano pienamente adatti allo scopo e, pertanto, i nostri partner olandesi hanno dovuto trovare un'altra opzione.

Poco importa la campagna elettorale quando si tratta di portare l'Agenzia europea del farmaco (Ema) a Milano. Sul ricorso dell'Italia: "Chiediamo alla Corte di Giustizia e poi al Parlamento Ue di valutare". Il punto è che l'edificio che dovrebbe ospitarla non c'è ancora. La soluzione temporanea individuata da Amsterdam, inoltre, non è "ottimale" perché "abbiamo solo metà dello spazio rispetto ai locali di Londra". Sala ha anche precisato che l'Ema non è "un'agenzia dei burocrati, autorizza nuovi farmaci o li toglie dal mercato". Ciò ha richiesto più tempo del previsto, ma sono lieto che ora abbiamo trovato una soluzione.

"Milano era pronta e operativa, sarebbe stato meglio decidere su elementi tecnici senza affidarsi alla sorte". Così il portavoce capo della Commissione Europea, Margaritis Schinas, ha risposto in giornata, durante il briefing con la stampa a Bruxelles, in merito alle ventilate iniziative italiane contro la decisione di trasferire la sede dell'Ema ad Amsterdam. Una misura d'urgenza a tutela dell'interesse generale in quanto, come dimostrano le parole del direttore esecutivo di Ema, la scelta della città olandese comporta non solo un aumento di costi (a carico di tutta la cittadinanza europea) ma anche un ritardo per la piena operatività dell'Agenzia. "Se non fosse d'accordo con il Consiglio" sulla sede - ha detto il sottosegretario agli affari europei Sandro Gozi - "allora si aprirebbe una discussione fra le due istituzioni". Aspettiamo di vedere quale sarà la presa di posizione del Parlamento europeo che senza dubbio ha un ruolo legislativo evidente, ma anche politico.

Lamezia Terme. Terremoto magnitudo 3.5: gente in strada
Ecco quali sono stati Comuni più vicini all'epicentro: Castelsantangelo sul Nera (MC), Ussita (MC), Visso (MC) e Preci (PG). Possibile inserimento anche di scosse strumentali (inferiori alla magnitudo 2 .0) nel caso di netta percezione.

In maniera più informale interviene la presidentessa della Camera, Laura Boldrini, che esorta il Governo a riproporre in Commissione Europea Milano come sede definitiva. Gli sviluppi politici che potrebbero scaturirne potrebbero andare ben oltre l'Agenzia del farmaco, attribuendo un credito molto forte all'Italia per una futura nomina di peso o simile assegnazione. Sulla salute dei cittadini non si scherza - osserva Maroni - Cara commissione Ue, riporta Ema a Milano, subito: "il Pirellone è pronto e disponibile".

"E' il momento di essere aggressivi, proviamoci - ha sostenuto il sindaco di Milano - E' il momento di alzare la voce, senza se e senza ma".

Comments