Inter, Spalletti duro: "Sfiducia e poco carattere, colpa mia: sono indifendibile"

Adjust Comment Print

Un successo che manca dal lontano 3 dicembre, quando i nerazzurri vinsero per 5-0 contro il Chievo e balzarono al comando della classifica. Per il resto tanti errori, poco movimento, giocatori entrati in un tunnel senza fine, che si sono persi, vedi Perisic e Borja Valero.

Intanto aumentano i rimpianti per i mancati arrivi nel mercato di gennaio: i possibili innesti di Ramires e Pastore, negati da Suning, avrebbero dato nuova linfa vitale a una squadra che sta pericolosamente scivolando verso l'ennesima stagione anonima, una cosa impensabile solo due mesi fa. Luciano Spalletti esce allo scoperto al termine di Inter - Crotone, dopo aver sentito i fischi dei tifosi e i cori ad inneggiare Walter Zenga. Stasera non abbiamo subito grandissime situazioni, abbiamo preso gol su un rimpallo e davanti non siamo precisi e determinati ad andare a cogliere il piccolo risultato del duello, della giocata. Un copione che si ripete ogni gara da 8 partite, e che spinge l'allenatore di Certaldo a trovare rimedi che potrebbero portare a esclusioni eccellenti nelle prossime settimane. Appena civa storto qualcosa perdiamo di fiducia e dimostriamo di avere uncarattere debole. "Avremo modo di analizzare il mio lavoro, ma non devo difendermi su certi aspetti perché sono indifendibile".

CT Italia, Costacurta: "Abbiamo parlato con Mancini. Di Biagio sarà il traghettatore"
A me l'ultima parola sulla scelta? "Nessuno è fuori dal gioco, chi ha nobilitato il calcio italiano sarà preso in considerazione". Abbiamo un buffet ampio di cose da fare. "Cerchiamo di metterle sul tavolo, troveremo priorità senza tralasciare nulla".

" Siamo in difficoltà, non vinciamo da tanto e non riusciamo più a essere fluidi come lo siamo stati per molto tempo". Credo sia una reazione positiva, vuol dire che ci tiene.

Sul nervosismo di Marcelo Brozovic al momento del cambio con Karamoh al 77′: "Mi sembra una cosa normale, poi potete dare il taglio che volete... Poi forse anche per la sostituzione ma non cambia nulla, non do attenzione a questo comportamento". Questa volta sul lavoro personale: "Non vedo calciatori menefreghisti, sono dispiaciuti e non sono ovviamente contenti".

Comments