Erdogan in visita a Roma, 'Parlerò di Gerusalemme con Papa Francesco'

Adjust Comment Print

Tra i regali scambiatisi reciprocamente, risulta ricco di significato il dono fatto da Francesco al presidente turco: un medaglione con un angelo: "Questo è un angelo della pace che strangola il demone della guerra. E' simbolo di un mondo basato sulla pace e la giustizia", ha spiegato il Pontefice, che al presidente turco ha anche donato un'acquaforte con il disegno della basilica di San Pietro così come era nel 1600, una copia dell'Enciclica "Laudato sì" e il suo Messaggio per la Giornata della pace di quest'anno. Perché? Semplice: la "roba", quella di Verga per intenderci, i soldi, comandano.

Nella mattina di lunedì 5 febbraio l'incontro con Papa Francesco alle 9.30 in Vaticano, da qui il trasferimento presso l'hotel di via Veneto per poi incontrare il presidente Mattarella a pranzo intorno alle ore 13.00. Ma se gli israeliani sono gli unici che garantiscono l'accesso a tutti i luoghi santi delle tre religioni monoteiste?

La manifestazione si è svolta poco lontano da Castel Sant'Angelo accanto ai giardini della Mola Adriana. bandiere e uno striscione con il volto di Ocalan. Due fermati a Roma per il momento. Un manifestante è rimasto ferito.

Dessì rinuncia alla candidatura ma non sa cosa ha firmato

SALVINI: "OSPITARE ERDOGAN È UN ATTO DI SOTTOMISSIONE" - A proposito della visita di Erdogan a Roma è intervenuto Matteo Salvini: "Ospitare l'estremista turco Erdogan in Italia è un vergognoso atto di sottomissione". Al vaglio degli investigatori anche le immagini riprese dalla polizia scientifica per identificare i partecipanti ai disordini. "Grazie al popolo italiano che è accanto ai curdi - ha detto al megafono Rudi - vengo da Afrin dove stanno massacrando donne e bambini". Si mira a garantire la massima protezione del presidente turco e ad elevare ulteriormente gli standard di prevenzione antiterrorismo; prioritario è garantire eventuali forme di dissenso esclusivamente in una cornice di legalità. Venti, in tutto, le persone che hanno accompagnato Erdogan nei Sacri Palazzi.

Quando la Santa Sede chiese alla Turchia di rispettare libertà religiosa e dignità umana per l'ingresso in Europa, l'allora primo ministro Erdogan convocò i vescovi cattolici ad Ankara, ribadendo la sua assicurazione per il rispetto di una libertà religiosa. "Ed è scandaloso - aggiunge - che Bruxelles abbia regalato ad Ankara dieci miliardi di euro per promuovere il processo di un'adesione all'Ue irrealizzabile e impossibile".

PAPA - La visita di Erdogan dal Papa, in Vaticano è durata circa cinquanta minuti. "In questa situazione si deve prendere una posizione decisa". "L'adesione della Turchia alla Ue non può essere sacrificata a calcoli di politica interna - dice Erdogan - e Gerusalemme non è una questione solo dei musulmani". "Con l'Italia i nostri rapporti sono eccellenti", ha detto Erdogan.

Comments