Sanremo 2018: vincono Ermal Meta e Fabrizio Moro, ma soprattutto Baglioni

Adjust Comment Print

Al secondo posto Lo Stato Sociale, che ha provato a ricalcare le orme di Francesco Gabbani, portando all'Ariston non uno scimmione ma una ballerina ultra ottantenne che ha fatto impazzire il teatro.

Fra le domande di rito, in Sala Stampa è stato chiesto ad Ermal Meta e Fabrizio Moro se era loro intenzione concorrere come rappresentati italiani alla prossima edizione dell'Eurovision Song Contest: "Volete che noi vi rappresentiamo?" Un grande uomo di spettacolo che ha condotto magistralmente questa 68esima edizione ben coadiuvato da Michelle Michelle Hunziker e Pierfrancesco Favino.

Laura Pausini: dopo aver raccolto la standing ovation dell'Ariston con il duetto con Claudio Baglioni sulle note di Avrai, l'artista è uscita sul red carpet e ha cantato Come se non fosse stato mai amore coinvolgendo il pubblico. Interessato da sempre a TV, web e nuovi media, scrivo prima per Corriere del Sannio e Davide Maggio, poi anche per Televisionando, NanoPress Spettacoli e SuperguidaTV. "Questo non è un premio di consolazione, ma un riconoscimento bellissimo". Infine Fabrizio Moro ha aggiunto per parte sua: "È un palco che fa paura ma quando ci sali pensi a fare quello che sai fare".

Nel 2017 partecipa a Sanremo nella sezione Big con Vietato morire, classificandosi al terzo posto e vincendo il Premio della Critica "Mia Martini".

Sanremo 2018: chi è Ermal Meta?
Ermal Meta e Fabrizio Moro: “Al Festival per esorcizzare la sofferenza” – Video conferenza

Soddisfazioni anche per Ornella Vannoni, Pacifico e Bungaro: per oro il premio "Sergio Endrigo" alla migliore interpretazione.

A Mirkoeilcane il premio 'Sergio Bardotti' per il miglio testo, assegnato dalla giuria degli esperti.

Invece al sesto classificato Max Gazzè con "La leggenda di Cristalda", dedicata alla struggente storia del monolite di Pizzomunno a Vieste, è andato il Premio "Giancarlo Bigazzi" per la Migliore Composizione, che Gazzè ha voluto condividere con il direttore d'orchestra Clemente Ferrari. L'ultima serata ha sfiorato la durata di cinque ore: è stata una lunga maratona che non ha riservato grosse sorprese ad eccezion fatta di un Ornella Vanoni rimasta fuori dal podio. "Vorrei condividere il premio con il maestro Ferrari", ha dichiarato Gazzè. Non abbiamo armi è il nuovo disco di Ermal Meta, che sarà presentato dal vivo per la prima volta al Mediolanum Forum di Assago a Milano. "Non ho altre parole, perchè è difficile camminare sopra questo palco".

Sanremo - Sanremo incorona Ermal Meta e Fabrizio Moro che vincono con Non ci avete fatto niente. Malumore anche per il posizionamento de Le Vibrazioni.

Sentenze "aggiustate": 15 arresti tra Roma e la Sicilia
Ad avvertirlo fu un collega, anche lui già indagato e condannato per vicende analoghe, Maurizio Musco. Quello di Bigotti è un nome già noto alla Giustizia per essere stato coinvolto nel caso Consip .

Comments