Istat: Pil al top da sette anni

Adjust Comment Print

Il Prodotto Interno Lordo dell'Italia torna a scendere inaspettatamente nell'ultimo trimestre del 2017, come ha appena riferito l'Istat sul Calendario Economico. Nel quarto trimestre dell'anno il Pil è aumentato dello 0,3% sul trimestre precedente e dell'1,6% su base annua. "Dal lato della domanda, vi è un contributo positivo sia della componente nazionale (al lordo delle scorte), sia della componente estera netta", sottolinea l'istituto.

Nel IV trimestre 2017 il Pil, corretto per gli effetti di calendario e destagionalizzato, segna +0,3% rispetto al trimestre precedente e +1,6% rispetto al IV trimestre 2016.

Muore 31enne al Cannizzaro, i medici: "Forse complicanza post-influenzale"
I funerali saranno officiati questo pomeriggio alle 15 .30 presso la chiesa San Matteo Apostolo di Trapunti. Tuttavia la 31enne, pur riprendendo il battito, è giunta nella struttura ospedaliera in midriasi.

A contribuire alla crescita economica italiana, anche se inferiore all'attese, è un aumento dei risultati dell'industria e del settore dei servizi, capaci di compensare il calo del valore aggiunto proveniente dal settore agricolo.

Il Pil non ha comunque raggiunto i valori pre-crisi. Nello stesso periodo il PIL è aumentato in termini congiunturali dello 0,6% sia negli Stati Uniti sia in Francia e dello 0,5% nel Regno Unito. "Ormai da diversi anni, ma il pil dell'Italia viaggia ancora a un ritmo insoddisfacente". "Dai programmi elettorali presentati dai partiti in vista del prossimo 4 marzo ci aspettavamo di piu' - conclude - ma siamo rimasti delusi". Se infatti si analizza la serie storica degli incrementi degli ultimi anni, emerge come il Pil, dopo un'inversione di tendenza dopo il 2013, sia cresciuto del 0,2% nel 2014, dello 0,9% nel 2015 e dell'1,1% nel 2016 ed ora dell'1,5% nel 2017. In termini tendenziali, si e' registrato un aumento del 2,5% negli Stati Uniti, del 2,4% in Francia e dell'1,5% nel Regno Unito.

Comments