Torino, Cairo: "Immobile non voleva restare, Belotti me lo tengo stretto"

Adjust Comment Print

Sono contento di averlo tenuto e può fare ancora molto bene.

"Mazzarri si è inserito benissimo". Uno studio recente ha evidenziato come le vittorie nei campionati sono direttamente proporzionali al monte ingaggi quindi più paghi più vinci. "Mi e' dispiaciuto. Ha fatto benissimo al Toro aiutandomi tanto sin dal suo arrivo".

Per lui in campionato sono arrivati solo quattro gol, decisamente una miseria che lo ha fatto sparire dai radar del mercato delle big d'Europa. "Oggi ho un grande allenatore che è Mazzarri altrimenti riprenderei subito Gian Piero", ha concluso il patron.

Bollette a 28 giorni: su aumenti tariffe indaga Guardia di Finanza
Un dubbio peraltro condiviso dal Partito Democratico, che ha a sua volta presentato esposti al Garante per le Comunicazioni e al Garante della concorrenza .

Su Sinisa Mihajlovic: "Non credo che prendere la decisione di esonerare l'allenatore dopo una sconfitta sia la cosa migliore". L'ho esonerato a malincuore dopo un girone di andata che non era andato secondo le aspettative e secondo gli investimenti.

Belotti avrebbe potuto far coppia con Ciro Immobile, come è accaduto per qualche mese, alla fine del 2016, ma alla fine Ciro, che era tornato in prestito in granata, ha scelto di andare altrove: "Io lo avrei riscattato (dal Siviglia, n.d.r.) - spiega Cairo -, ma non voleva restare e io non voglio trattenere nessuno controvoglia". "Ma è stata una scelta meditata nel tempo e non dettata dall'impulso". Noi però scenderemo in campo al massimo per giocarcela alla grande.

"Se la Juventus dovesse perdere con il Torino e il Napoli, che ha un incontro sulla carta più semplice, vincesse con la Spal la squadra di Sarri prenderebbe Il largo e sarebbe difficile andarla a riprendere, anche se ci sarà poi lo scontro diretto tra partenopei e bianconeri a Torino".

Comments