Bologna: Fiorenzo Romagnoli morto in esplosione cantina. Maneggiava materiale bellico

Adjust Comment Print

E' di stamane la notizia che riferisce di un'esplosione violenta ed improvvisa che ha causato un morto ed un ferito, nei pressi della stazione metropolitana di Stoccolma, precisamente alla fermata Varby gard, sul territorio del comune di Huddinge.

Una persona è rimasta uccisa a seguito di uno scoppio verificatosi nelle cantine di un edifico alla periferia di Bologna.

Palermo, che combini? Terza sconfitta di fila contro il Perugia
Poche le iniziative da parte sua, ma con Murawski l'intesa non è delle migliori. Il secondo cambio vede un positivo Rajkovic lasciare il posto a Bellusci .

L'esplosione è avvenuta in una cantina di via Pietro Canonici al numero 13. A lanciare l'allarme è stato un vicino, appena avvertito lo scoppio: l'esplosione ha provocato un boato che è stato sentito a distanza.

La vittima, Fiorenzo Romagnoli, era un appassionato di armi e, stando alle prime ricostruzioni, poco prima della deflagrazione stava armeggiando con dei residuati bellici: questi sono saltati in aria, assieme a una bottiglia di solvente che si trovava nello scantinato. Sul posto sono intervenuti per un sopralluogo anche il pm di turno Bruno Fedeli e il procuratore aggiunto Valter Giovannini. I danni avrebbero potuto essere anche più gravi se nel locale non ci fossero state due porte aperte, che hanno dato sfogo allo spostamento d'aria provocato dallo scoppio. Nella casa gli investigatori hanno trovato il gatto dell'uomo e diverso materiale bellico da collezionismo.

Comments