FIFA, ecco la rivoluzione di Infantino: "Via il mercato di gennaio"

Adjust Comment Print

Li ha anticipati il presidente della Fifa Gianni Infantino che ha svelato, in un'intervista a 'L'Equipe', l'intenzione di cambiare alcune abitudini radicate da anni, a partire dalla durata delle finestre dedicate ai trasferimenti. Lo ha spiegato lui stesso al quotidiano sportivo francese 'L'Equipe'precisando che il suo piano prevede "undici punti indispensabili" che devono essere analizzati "affinché venga garantita l'integrità del mondo del calcio e ci siano maggiore trasparenza e più equilibrio competitivo". Ma per il presidente della Fifa una delle questioni più importanti da affrontare è quella relative agli agenti e agli intermediari, le cui commissioni dovrebbero essere "fissate da un regolamento". Oggi non ci sono regole. "Bisogna stabilire un limite - dice il dirigente numero uno del calcio mondiale -, così come alle quantità di denaro pagate per prendere un giocatore".

Striscia La Notizia, Tapiro d'oro in arrivo per la Panicucci
Francesco Vecchi ha accettato le scuse , ma ha anche aggiunto piccato: "sarei falso a dire che non ci sono rimasto male". Per Federica Panicucci si tratta, però, del secondo tapiro d'oro nel giro di pochi mesi.

Il presidente della Fifa ritiene "una pazzia" le cifre pagate dal Psg per Neymar (222 milioni) e Mbappé (135+45 di bonus) e non piace la finestra del cosiddetto mercato di riparazione invernale di gennaio. Inoltre vuole introdurre il tetto salariale per i calciatori, da calcolare in base agli incassi dei club. A questo proposito il caso più famoso è quello dell'Udinese, in possesso attualmente di ben 103 giocatori: "Le cessioni vanno regolamentate con una normativa specifica per i più giovani", ha concluso.

Comments